Pensioni artigiani età e requisiti necessari. Quanti anni di contributi minimi servono

Requisiti per la pensione degli artigiani: quando e come possono andare in pensione con regole attualmente previste

Pensioni artigiani età e requisiti neces

Quali sono gli anni di contributi minimi per la pensione degli artigiani?

I requisiti minimi per permettere agli artigiani di andare in pensione dipendono dal sistema pensionistico che si sceglie per l’uscita. Gli artigiani possono, infatti, scegliere di andare in pensione di vecchiaia, con un minimo di 20 anni di contributi, in pensione anticipata, con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e un anno in meno per le donne, o con quota 100 e opzione che richiedono, rispettivamente, 32 e 35 anni di contributi.

Gli artigiani non iscritti ad alcun albo devono iscriversi al fondo pensione per i commercianti, gestione speciale Inps per i lavoratori autonomi che prevede per i propri iscritti gli stessi trattamenti pensionistici previste dall'assicurazione generale, da pensione di vecchiaia a pensione anticipata, pensione con quota 100 o opzione donna, pensione a 64 anni. Vediamo allora quali sono età, contributi e requisiti necessari per la pensione degli artigiani.

  • Pensione di vecchiaia requisiti per artigiani
  • Pensione anticipata per artigiani
  • Pensione artigiani con quota 100
  • Pensione artigiani con opzione donna
  • Pensione artigiani anticipata a 64 anni
  • Pensione di vecchiaia per artigiani con 5 anni di contributi
  • Pensione artigiani di inabilità

Pensione di vecchiaia requisiti per artigiani

Età e contributi minimi per la pensione di vecchiaia degli artigiani sono gli stessi previsti per gli iscritti alla gestione obbligatoria Inps, vale a dire 67 anni di età e almeno 20 anni di contributi, requisiti validi per uomini e donne. Vale, invece, il requisito minimo dei 15 anni di contributi, anzicchè 20, per le seguenti categorie di artigiani:

  • coloro che abbiano maturato 15 anni di contributi al 31 dicembre 1992;
  • coloro che al 31 dicembre 1992 risultino ammessi alla prosecuzione volontaria.

Pensione anticipata per artigiani

Per andare in pensione anticipata, anche l’artigiano, come i lavoratori iscritti alla gestione obbligatoria Inps, deve maturare almeno 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne. Non è previsto, invece, alcun requisito specifico riferito all’età di pensionamento per quanto riguarda la pensione anticipata.

Con particolare riferimento agli artigiani lavoratori precoci, possono andare in pensione anticipata con 41 anni di contributi e a prescindere dal requisito anagrafico se:

  • hanno maturato almeno 12 mesi di contributi per effettivo lavoro prima del compimento del 19esimo anno di età;
  • hanno versato contributi previdenziali obbligatori prima del 1996;
  • rientrano in una categoria tutelata, come disoccupati di lungo corso, invalidi civili dal 74%, lavori gravosi o usuranti.

Per l’uscita definitiva con la pensione anticipata, in ogni caso, è necessario calcolare una finestra mobile di tre mesi.

Pensione artigiani con quota 100

Gli artigiani possono andare in pensione anticipata anche con la quota 100, misura sperimentale in vigore ancora fino alla fine del 2021 e che prevede un’età di 62 anni e aver maturato almeno 38 anni di contributi.

Anche per l’uscita definitiva con la quota 100 bisogna considerare la finestre mobile di tre mesi, valida per lavoratori del settore privato e lavoratori autonomi (ricordiamo che per i lavoratori pubblici la finestra per l’uscita è di 6 mesi).

Pensione artigiani con Opzione donna

L’opzione donna per l’uscita anticipata delle donne vale anche per le artigiane: i requisiti richiesti per l’uscita sono di 59 anni di età e almeno 35 anni di contributi maturati entro il 31 dicembre 2019. Anche per la decorrenza effettiva della pensione con opzione donna bisogna considerare una finestra mobile di uscita, che è di 18 mesi.

Pensione artigiani anticipata a 64 anni

Insieme alla possibilità di andare in pensione anticipata con quota 100 e opzione donna, gli artigiani possono anticipare il momento della pensione uscendo a 64 anni di età. In particolare, stando a quanto previsto dalle regole in vigore, se l’artigiano non ha versato alcun contributo al 31 dicembre 1995, può andare in pensione anticipata a 64 anni di età se:

  • ha maturato almeno 20 anni di contributi effettivi;
  • ha diritto ad un assegno pensionistico almeno pari a 2,8 volte l’assegno sociale (1.287,52 euro per il 2020).

Pensione di vecchiaia per artigiani con 5 anni di contributi

Se l’’artigiano non ha versato alcun contributo previdenziale al 31 dicembre 1995 può andare in pensione di vecchiaia con soli 5 anni di contributi ma in questo caso sale l’età per l’uscita che da 67 anni arriva a 71 anni e deve avere trattamento pari ad almeno 1,5 volte l’assegno sociale.

Pensione artigiani di inabilità

Gli artigiani possono avere anche la pensione di inabilità se riconosciuti totalmente e permanentemente inabili allo svolgimento di qualsiasi attività lavorativa. Il requisito richiesto per la pensione di inabilità è l’aver maturato almeno cinque anni di contributi, di cui tre accreditati negli ultimi cinque anni. Se, inoltre, l’artigiano ha un’età inferiore ai 60 anni, gli viene riconosciuta una maggiorazione contributiva fino a 40 per il calcolo della pensione.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie