Incentivi auto Emilia Romagna 2019 e altre regioni oltre incentivi nazionali attesi

Stanziamento da 4.000 a 10.000 euro per la rottamazione di veicoli commerciali diesel di categoria fino a Euro 4 e il parallelo acquisto di nuovi mezzi a basse emissioni.

Incentivi auto Emilia Romagna 2019 e alt

Emilia Romagna, incentivi auto 2019


Se il 2018 è stato l'anno della proposizione di incentivi per l'acquisto di auto, il 2019 è quello della conferma dell'erogazione di bonus. Ci stiamo riferendo alle Regioni perché sono quelle che avvertono maggiormente l'esigenza del rinnovo del parco auto ovvero della sostituzione dei mezzi inquinanti con quelli più ecologici e moderni per via dell'insostenibile livello di emissioni registrato nelle principali città. E se l'Emilia Romagna è in prima fila negli incentivi auto 2019, la medesima sensibilità si registra anche in Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e nelle province di Trento e Bolzano con l'introduzione e la conferma di ecobonus 2019. Il tutto mentre il prossimo potrebbe essere l'anno delle novità anche a livello nazionale. L'esecutivo ha infatti aperto un tavolo per capire se e quali incentivi auto nazionali 2019 introdurre. La piattaforma di base su cui ragionare è stata già proposta, ma il tempo stringe.

Emilia Romagna, incentivi auto 2019

Le coordinate seguite dalla Regione Emilia Romagna nel rinnovo della stagione degli incentivi auto 2019 sono allora chiare: stanziamento da 4.000 a 10.000 euro (a incidere sull'entità dell'importo sono il peso e il sistema di alimentazione del nuovo veicolo) per la rottamazione di veicoli commerciali diesel di categoria fino a Euro 4 e il parallelo acquisto di nuovi mezzi a basse emissioni. Di interessante c'è l'ammissione nell'acquisto della nuova auto della formula del leasing con obbligo del riscatto con la stessa persona intestataria della vettura rottamata. All'ecobonus si affiancano poi facilitazioni tariffarie per la circolazione con i mezzi pubblici valide in 13 città (Bologna, Parma, Modena, Reggio Emilia, Ravenna, Rimini, Ferrara, Forlì, Piacenza, Cesena, Carpi, Imola, Faenza), quelle cioè con più di 50.000 abitanti. Complessivamente sono 60 milioni di euro le risorse messe sul piatto dalla Regione Emilia Romagna.

Incentivi nazionali auto attesi

Ma se le Regioni spingono sul pedale dell'acceleratore, i governi degli ultimi anni hanno invece rallentato sospendendo o limitando al massimo le facilitazioni. La volontà è adesso quella di ritornare a degli incentivi nazionali statatali per comprare auto con l'idea di rilanciare l'acquisto di auto a basse emissioni e una prima proposta di è stata già formulata e prevede l'erogazione di un bonus per le auto più ecologiche pari a 6.000 euro per le elettriche, 3.000 per le ibride e 1.500 per quelle dotate di un impianto gpl. Tuttavia siamo ancora alle battute iniziali e non è affatto così scontato che questo schema possa vedere la luce in questa formula.

Anche perché è strettamente legata al destino di quella disposizione che prevede un prelievo crescente da 150 euro a 3.000 euro in base all'inquinamento generato dall'auto acquistata nei prossimi tre anni. Per intenderci la soglia minima è fissata a 110-120 grammi per chilometro di emissioni di anidride carbonica (aggravio di 150 euro), quella massima è sopra i 250 grammi di emissioni (spesa aggiuntiva di 3.000 euro). Occorre far quadrare i conti e i due provvedimenti viaggiano inevitabilmente a braccetto.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: