Migliaia medici italiani scoperti pagati da multinazionali farmaco. Nomi pubblicati

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Migliaia medici italiani scoperti pagati

Scoperti 32mila medici pagati da case farmaceutiche. Lo denuncia il Codacons

Il metodo utilizzato dalle case farmaceutiche in questione, stando a quanto scoperto da Codacons, sarebbe quello di far arrivare denaro, tanto, per esempio alle società che organizzano convegni

Alcuni regali e regalini si potevano anche immaginare, ma non una situazione di pagamenti così diffusi che getta discredito su una intera categoria di professionisti che nonostante la crisi sanitaria italiana dimostra in tantissimi protagonistin che ne fanno parte un impegbo costante ogni giorno al servizio del malato e livelli elevati, spesso, di eccellenza.
 

La notizia è di queste ore ma le indagini ovviamente risalgono agli anni precedenti. Precisamente quelli che vanno dal 2015 al 2017. Durante i quali, secondo quanto denunciato da Codacons, sono stati 32mila i medici italiani che hanno beneficiato di benefit per un ammontare di centosessanta tre milioni di euro. Una montagna di soldi che sarebbero stati pagati dalle principali aziende farmaceutiche operanti in Italia.

La lista dei nomi è stata pubblicata in ossequio a quella trasparenza che troppe volte viene invocata, spesso però invano. Il metodo utilizzato dalle case farmaceutiche in questione, stando a quanto scoperto da Codacons, sarebbe quello di far arrivare denaro, tanto, per esempio alle società che organizzano convegni e considerando che i nomi che vengono pubblicati sono solo quelli dei medici che hanno dato il consenso, gli altri sono occultati tra quelli aggregati alle varie aziende ospedaliere.

Medici pagati da aziende farmaceutiche, le indagini

La pratica, largamente diffusa, delle principali case farmaceutiche operanti in Italia di pagare i medici è stata al centro delle indagini degli inquirenti che sono giunti alla conclusione che nel triennio 2015-2017 le principali dieci case farmaceutiche operanti in Italia hanno versato nelle tasche dei medici italiani la bellezza di oltre 163 milioni di euro attraverso finanziamenti e sussidi di vario tipo. Ed oggi è l’associazione dei Consumatori a presentare uno studio allestito con dati ufficiali e pubblici che mostra in maniera chiara ed inequivocabile, grazie ai numeri, quale fosse il panorama in cui veniva svolta questa pratica che vìola in maniera così evidente qualsiasi principio di deontologia professionale. 

La ricerca alla base della scoperta

La ricerca alla base della scoperta ha preso in considerazione i dati pubblicati per rispettare le disposizioni del Codice Efpia sulla Trasparenza e del Codice Deontologico di Farmindustria. In pratica il codice rende obbligatorio per le aziende farmaceutiche comunicare i trasferimenti di valore relativi allo sviluppo e alla commercializzazione di farmaci soggetti a prescrizione medica concessi agli Operatori Sanitari e alle Organizzazioni Sanitarie. Cosa che evidentemente in questa vicenda, non è avvenuta.

Lista nomi dei medici pagati dalle aziende farmaceutiche pubblicata

La lista dei nomi dei medici pagati dalle aziende farmaceutica è stata pubblicata e contiene solo quelli dei medici e delle società che hanno espressamente dato il loro consenso alla possibilità che i dati venissero resi pubblici. Gli altri sono compresi in dati aggregati per settore o azienda sanitaria di appartenenza ed in questo modo mantengono al momento l’ anonimato. Finanziamenti che ora finiscono sotto la lente dell’Autorità Anticorruzione.

Si tratta di migliaia di singoli “contributi” che è fondamentale comprendere quanto siano utili alla ricerca e quanto invece rischiano di alterare pericolosamente le scelte terapeutiche dei singoli medici se non addirittura di intere aziende sanitarie.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: