Ict 2010: mercato italiano cala del 7% secondo Assintel. Ripresa scarsa

Nuovo anno buio per il mercato It in Italia: dati e previsioni



2010 nuovo anno buio per il mercato Ict in Italia. Secondo gli ultimi dati forniti da Assintel, questo comparto in Italia chiude il 2010 con una flessione del 7,6% a quota 19.271 milioni di euro. Si tratta del secondo record negativo dopo il -4,5% del 2009. Assintel usa parole dure.

La perdita in competitività del sistema-Italia è causata dall’assenza di politiche strutturali di investimento in innovazione, considerando, infatti, che il mercato IT in Italia detiene la maglia nera nella UE: è sotto la media europea che segna -6,3% a fronte della crescita delle altre economie internazionali.

Il Nord America mette a segno un incremento del 2,5%, il Giappone un lieve rialzo dello 0,6%, la Cina registra un boom dell’11,5% e l’India un’impennata del 13,5%. A picco l'hardware (-18,6%), in ripresa il software (+2,7%), male i servizi (-3,8%). L'area Pc cresce nel numero di pezzi venduti +6,1%, ma i prezzi calano molto più velocemente (-25%).

Secondo il rapporto Assintel, i segnali di ripresa ci sono, soprattutto se si guarda al secondo semestre, ma ci aspetta un lungo periodo di transizione, durante il quale il mercato sperimenta una nuova normalità fatta di ridimensionamento degli investimenti, contrazione delle risorse, ottimizzazione dei processi, e la galassia delle imprese si sta contraendo a beneficio di una razionalizzazione dell'offerta.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il