BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sara Tommasi, sms e intercettazioni si leggono da ieri sera online

Intercettazioni e messaggi della showgirl.




Mentre la Procura di Milano ha chiesto il rito immediato per Silvio Berlusconi accusato di concussione e prostituzione minorile, arrivano nuove intercettazioni, che da ieri stanno anche facendo il giro del web, e che coinvolgerebbero la showgirl Sara Tommasi. Ingiustificata la fuga di notizie che avrebbero dovuto rimanere riservate ma che, invece, da ieri compaiono sui principali giornali. Le intercettazioni riguarderebbero il nuovo filone d’inchiesta napoletana.

In Procura sarebbe arrivata l'informativa della Squadra Mobile di Napoli su Sara Tommasi, coinvolta in un'inchiesta su un giro di prostituzione e banconote false nella quale erano emersi contatti tra la show girl e un tale Bartolo nei quali, in un primo momento, sembrava che l'uomo avesse comminato un incontro sessuale tra Tommasi e un latitante a Casal di Principe.

I pm indagano per favoreggiamento della prostituzione nei confronti di Vincenzo Saiello, conosciuto come Bartolo, introdotto nel mondo dello spettacolo e in contatto anche con Fabrizio Corona, intercettato quando interviene dal telefono dell'amico per redarguire un uomo sul prezzo per un'esibizione di Cecilia Rodriguez, la sorella di Belen.

“Ma che fai, l'elemosina a Cecilia Rodriguez, mia cognata, 1500 euro. Ma chi sei tu. Ma me lo compro questo locale, lo compro e lo chiudo”. Le intercettazioni riguardano due contatti con il dirigente Rai Fabrizio Del Noce, un sms affettuoso e una telefonata nella quale Sara dice di essere in partenza per il Marocco ospite di reali marocchini amici di Gheddafi e chiede quando potrà partecipare alle riprese di ‘Un posto al sole’.

Del Noce risponde: “Ne riparliamo quando torni dal Marocco”. Ma i coinvolti non finiscono qui: ci sarebbero anche telefonate dove si fa riferimento a Lele Mora e Massimo Giletti. Tra gli sms, ce ne sarebbe uno inviato al ministro della Difesa, Ignazio La Russa, con una richiesta d'incontro rifiutata dal ministro, ed altri per Silvio e Paolo Berlusconi senza nessuna risposta.

Dalle intercettazioni emerse, in una, del 23 dicembre, Sara Tommasi parla con un amico, facendo apprezzamenti su Lele Mora che secondo gli investigatoti minaccia di non farla più lavorare. Poi passano all'argomento dei falsi scoop sui calciatori Ronaldinho e Quagliarella e poi a Raffaela Fico: “È stata con Berlusconi” dicendo poi che stava scherzando.

Su Lele Mora: “È tutta colpa del Mora... perché sai... me ne combinava di tutti... faceva sempre arrivare tremila persone... poi secondo me mi faceva seguire.. mi faceva mettere cose nei bicchieri... ma vai a capire”. 

In un’altra intercettazione del 18 gennaio Sara Tommasi parla con la madre, si sfoga: “Mamma sono in taxi sto a Milano... sono venuta sopra per non fare un cazzo alla fine. Sono venuta per due appuntamenti ma poi alla fine non sono serviti a un cazzo.. e basta. Ora sto qua a rompermi i coglioni.. con la gente che mi droga a destra e sinistra.. guarda una cosa.. non so più dove scappare... non so più dove scappare…sono perseguitata... da Berlusconi e da tutti.. non so dove mettere le mani...”. La madre le risponde: “Devi uscirne da questa storia chiudi e sta tranquilla. Poi con tutti i casini che ci stanno... con Berlusconi che è stato indagato...”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il