BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ad Aprile 2013 le nuove uscite con riforma Fornero. Età, requisiti, coefficienti

Chi andrà in pensione ad aprile: i nuovi calcoli



Saranno pochissime le persone che potranno andare in pensione fino all'inizio di aprile: a lasciare il lavoro saranno soprattutto i lavoratori autonomi che usufruiscono ancora delle vecchie regole (18 mesi di attesa per la finestra mobile una volta raggiunti i requisiti nel 2011) mentre gli altri saranno soggetti alle novità del Fornero e all'aspettativa di vita.

I lavoratori dipendenti che hanno, infatti, raggiunto i 66 anni dovranno aspettare ancora tre mesi per effetto della speranza di vita in vigore dal primo gennaio.

L’aspettativa di vita prevede l’aggiornamento automatico e continuo dei requisiti per il pensionamento e istituisce un legame tra l’accesso ai trattamenti pensionistici e la probabilità di vita e di morte misurando, statisticamente, la probabilità che un uomo e una donna di 65 anni hanno di vivere ancora e in caso di crescita della probabilità cresce anche l’età di pensionamento.

Per chi compie 66 anni dal primo gennaio 2013 in poi la pensione arriverà solo dopo aprile, mentre le donne dipendenti dovranno aspettare i 62 anni e tre mesi e probabilmente saranno davvero poche coloro che fino ad aprile 2013 lasceranno il lavoro, considerando che si è passati dai 61 anni necessari nel 2012 ai 62,3 attuali.

Per calcolare l'uscita con le novità Fornero prendiamo l'esempio di un uomo che compie 61 anni ad agosto 2013 e il 31 dicembre 2013 avrà 40 anni di contributi: quando potrà andare in pensione?

Il caso rientra nelle nuove regole della riforma Fornero che prevede due prospettive: chiedere la pensione anticipata, che per gli uomini nel 2013 prevede 42 anni e 5 mesi e avendo quindi 40 anni di contributi deve lavorare tutto il 2014, il 2015 e parte del 2016.

Quindi a ottobre 2016 potrà andare in pensione. La pensione di vecchiaia è,invece, lontana, deve attendere quasi 67 anni. Facendo l'esempio invece di una dipendente statale di Pavia è nata nel 1952 che a fine 2013 avrà 34 anni e 8 mesi di contributi, la data della pensione sarebbe ad aprile 2014 quando la signora avrà raggiunto i 35 anni necessari per le donne, per cui servono che 57 anni e 3 mesi di età che in quella data avrà comunque già raggiunto.

Quindi la decorrenza della pensione sarà maggio 2015, perché bisogna aspettare comunque un anno da quando si matura il diritto e cambia il metodo di calcolo, perchè saranno valutati i contributi versati, non la retribuzione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il