BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge stabilità ufficiale bonus bebè, esodati, aumento bollo conti, affitti, web tax,statali,polizia

Misure Legge di stabilità: da nuova Iuc sulla casa a pensioni ed esodati, a stadi, spiagge, cartelle Equitalia, nuovi fondi per polizia e bonus bebè e non solo. Cosa cambierà



La Legge di stabilità entro lunedì prossimo, 23 dicembre, riceverà il via libera definitivo. Oggi la fiducia alla Camera. Di seguito le principali novità previste: cambiano le tasse sulla casa e nasce la Iuc, Imposta Unica Comunale, che si basa su due presupposti: il possesso di immobili da cui deriva l'imposta municipale propria (Imu), di natura patrimoniale dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali; la fruizione di servizi comunali a cui sono collegati un tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile e una tassa sui rifiuti (TARI), a carico dell'utilizzatore.

L'aliquota massima Imu+TASI non può superare il 10,6%. Per il 2014, l'aliquota massima della Tasi relativa alla prima casa non può superare il 2,5 per mille. Per le pensioni fino a tre volte il minimo viene garantita la rivalutazione del 100%; fino a quattro volte il minimo sono rivalutate al 95%; l'indicizzazione scende col salire dell'assegno; previsto un contributo di solidarietà per le pensioni elevate de 6% per la parte eccedente i 90.168,26 euro annui; del 12% oltre i 128.811,80 euro; del 18% per la parte eccedente i 193.217,70 euro annui; e non potranno essere cumulati, oltre l'importo di 300.000 euro l'anno, le pensioni e gli stipendi da incarichi pubblici. Stanziati poi 950 milioni dal 2014 al 2020 per altri 17.000 esodati di sei diverse categorie.

Aumentano poi le detrazioni per lavoro dipendente per i redditi tra gli 8.000 e i 55.000 e le detrazioni saranno maggiori per i redditi più bassi. Via libera alla sanatoria sulle spiagge, all’emendamento sugli stadi, che potranno essere costruiti attorno ad essi negozi, ma non abitazioni, e alla rottamazione delle cartelle di Equitalia che se ricevute entro il 31 ottobre 2013,potranno essere saldate entro il 28 febbraio 2014, pagando solo la somma originaria e non gli interessi e la mora.

Via libera della Commissione Bilancio della Camera anche agli emendamenti che prevedono, tra le misure, l'aumento dell'imposta di bollo per i depositi titoli delle imprese, incentivi alla stabilizzazione dei precari dei call center, 50 milioni per i contratti di solidarietà ed altri 55 milioni in 3 anni per un fondo per le politiche attive del lavoro.

Rivista la web tax che non istituisce una nuova imposta ma stabilisce che le multinazionali del web per vendere pubblicità in Italia devono avere partita Iva italiana; i pagamenti a loro favore devono essere tracciabili.

Via libera anche nuovi fondi che andranno a finanziare il nuovo bonus bebè, per contribuire al sostegno di bambini nati o adottati appartenenti a famiglie a basso reddito, e le forze di polizia; stop al pagamento degli affitti in contante, misura varata per contrastare la lotta all’evasione fiscale; prorogata a tutto il 2014 la detrazione del 50% per agli interventi di ristrutturazione edilizia (per una spesa massima di 96 mila euro); nel 2015 la detrazione scende al 40 %; prorogate al 31 dicembre 2014 anche le detrazioni del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici. Infine, dal 2014 il Fondo integrativo statale per la concessione di borse di studio universitarie crescerà di 50 milioni di euro, che si aggiungono ai 100 stanziati dal decreto università.


 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il