BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: nuova legge Renzi-Poletti. Cosa dovrebbe prevedere. Soluzioni. E non è tutto così scontato

Entro fine aprile un tavolo per definire una soluzione per gli esodati. Cosa potrebbe cambiare? Necessarie coperture per tutelare tutti




Entro fine aprile si terrà un tavolo per gli esodati che riunirà ministri dell’Economia e del Lavoro, Commissioni Lavoro di Camera e Senato, e Inps. E le aspettative sono piuttosto positive, come conferma il ministro Poletti che ha affermato che “Il Governo sarebbe al lavoro per offrire agli esodati della riforma Fornero uno scivolo, uno strumento normativo che consenta loro di collegarsi al pensionamento”.

L’obiettivo sarebbe “una regola generale che dica che tutti quelli che arrivano a questa condizione possono avere questo tipo di trattamento, un’operazione da costruire tecnicamente bene per evitare di riprodurre problemi e per trovare un bilanciamento per riuscire a fare questa operazione in maniera efficace”.

Inoltre, allo studio del governo anche un piano di reinserimento dei lavoratori che hanno più di 50 anni Le parole del ministro del Lavoro sono state ben accolte dal presidente Damiano, e si potrebbe arrivare anche la formulazione di un’unica legge che riunisca il piano Poletti con quello proposto da Damiano già tempo fa. L’importante sarà giungere all’elaborazione di una legge magari, certamente meglio di singoli decreti, in base però alle coperture necessarie ma realmente disponibili.

Ciò che infatti sta creando problemi da mesi è che nonostante, da governo Monti e Letta, siano stati salvaguardati 130mila esodati, pochissimi di loro hanno effettivamente ricevuto la pensione. Tanti sono ancora in attesa perché i soldi necessari mancano.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il