BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie per tutti conviene APE si paga meno di quanto si prende su tutti, precoci, usuranti giovedì 20 da Pascucci

Chi, come e quando potrà usufruire realmente delle recenti novità per le pensioni, attesi ulteriori chiarimenti da tecnici e cosa aspettarsi davvero




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:09)  Tutto questo rimane valido fino al 4.6 e al 4.7 di simulazione, ovviamente diminuendo i vantaggi, ma sembra stando sopra la pari. Ben diverso il discorso se si dovesse arrivare dai 4.8% ai 5% pe rle novità delle pensioni, stiamo parlando delle mini pensioni, dove ci sarebbe una perdita netta. ma le ultime notizie e ultimissime lascerebbe il 5% al massimo alla mini pensioni con oneri e sono stati indscrezioni iniziali che poi non havuto seguito.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:55) E' chiaro che questo che vogliamo dimostrare è una formula matematica, nel senso che siamo consapevoli che non è giusto chiedere del denaro per andare in pensione in via etica, morale e di principio e con tantissimi blocchi e vincoli. Sonod ei diritti fià acquisiti come abbiamo detto sempre nelle ultime notizie e ultimissime. Perà è anche vero che spesso di necessià si deve fare virtù e quindi diventa interessante anche questo calcolo

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:45) Una delle cose che molti dicono anche solo per l'idea di fare un mutuo è quella le novità epr le penioni chiamata Ape nella modalità dove si pagano tutti gli oneri non conviene e si devono pagare chisssà quali oneri. In realtà, da come le ultime notizie e ultmissime ufficiali dei tecnici l'hanno spiegata e con le condizioni finora chiarite, l'APE anche con gli oneri conviene a moltissimi al momento.
Ce lo hanno sottolineato per primi i nostri utenti che hanno usato il calcolatore autmatico chiedendosi coem mai alla fine dovevano rimborsare una cifra minore di quella dovuta.
Credevamo in un nostro, ma dopo diversi controlli anche fatti con ulteriori esperti tutto funzionava perfettamente. Iniziamo con un primo esempio di semplici numeri.
PRIMO ESEMPIO: Se una persona ha 65 anni e 7 mesi e 20 anni di contributi con un onere di 4.5% può chiedere di andare in pensione pagando l'onere e può lasciare anzitempo l'occupazione di 1 anno.
Gli viene concesso un prestito di 1.250 Euro x 12 mesi di anticipo = 15.000 Euro dove non si applicano le tasse.  Quando questa persona raggiunge i 66 anni e 7 mesi e ariva alla pensione vera, gli verrà tolto il 4,5% della pensione, quindi per 20 anni 56,25 al mese. Quindi ecco il conto finale 20 annix13 mensilità x 56,25, la persona dovrà restiuire 14627,6 meno dei 15mila euro ricevuti.  E quetso è solo il primo esempio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:17) Parliamo ora dei 19 anni, una cosa se i 19 anni sono inclusi fino al compimento dei 19 anni, mentre l'altra se tutto l'anno dei 19 anni per le novità per le pensioni per quota 41 fino al compimento dei 20 anni, ovvero 19 anni e 11 mesi e 29 giorni.  Ci balla un anno e nessuno nelle ultime e ultimissime lo ha chiarito. Ma sarebbe un ulteriore paletto di un anno, una limitazione importante.

Per chi avesse domande e quesiti anche personali sulla propria situazione (abbiamo risposto a centinaia di domande): https://www.facebook.com/marcello.tansini.7

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:39): I vincoli potenziali che vi potrebbero essere per le novità per le pensioni per le mini pensioni e quota 41 non sono ufficiali come il 74% dell'invalidità o la lista usuranti, ma molti di più da ultime notizie e ultimissime che non sono mai state chiarite da nessuno e aumenterebbe i vincoli a dismisura. E li abbiamo spiegati sotto e lo continueremo a fare, ma ora facciamo una sintesi:

- pensioni novità con mini pensioni il vero valore del reddito e dell'Isee
- pensioni novità quota 41 e mini pensioni la vera disoccupazione necessaria
- pensioni novità mini pensioni e quota 41 i contributi figurativi
- pensioni novità quota 41, i dicianove anni richiesti anch'essa una variabile importate

Sotto nelle ultime notizie e ultimi notizie abbiamo visto i contributi figurativi e una parte della disoccupazione, ma poi dopo vedremo i successivi. Non sono certi, ma potenziali, visto che comunque al massimo in 50-60mila dato ufficiale potranno andare fuori anzitempo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:07): Ulteriori conferma da quello che veniva dato per ufficioso e detto per primi da noi viene per le novità per le pensioni dove i tetsi ufficiali che abbiamo avuto l'oppurtunità di legegre inviati ala Comunità confermano che l'invalidità sarà del 74% ovvero sopra il 74% saranno considerati invalidi come avevamoprnnunato nelle ultime notizie e ultimissime sia i parenti che chiede la pensione

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:46): Una ulteriore domanda che viene posta è se le condizioni precedenti alle novità per le pensioni tipo le mini pensioni con oneri e senza oneri rimangono comunque valide sia per chi ha già acquisiti i diritti, sia per chi non li ha acquisiti. Certamente sì, è un meccanisimo che è inserito nelle norme non solo nelle pensioni e quindi la risposta è positiva. Dunque se una persona arriva a quota 42 (maschio) e 10 mesi prima di maggio non deve aspettare maggio con tutte le cartateristiche spiegate nelle ultime notizie e ultimissime per quota 41 ma può andare subito in pensione. Stessa cosa per il mondo femminile a quota 41 e 10 mesi. Rimangono quindi valide tutte le norme precedenti e le mini pensioni e quota 41 sono una scelta in più.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:32): Una delle domande che ci viene fatta più spesso è il livello di invalidità per accedere alle novità per le pensioni sia per mini pensioni che per quota 41. Vi è un confronto ancora, ma dalle indiscrezioni raccolte sembra che i tecnici abbiamo scelto ufficialmente o quasi la vecchia soglia dei permessi ancora attuale ovvero il 74%. Tutto da confermare ovviamente 

Aggiugiamo ancora tra le novità i contributi figurativi, vi è la conferma per l'ape per usuranti con i 36 anni di contributi che verranno conteggiati e anche i periodi di disoccupazione. Probabile che sarà così per i 30 anni di contributi, ma non c'è certezza per i 20 anni delle mini pensioni volontarie e quota 41. Giustamente un nostro lettore ha scritto " Se non contano i figurativi significa che per il governo nessuna azienda e stata in crisi mandando lavoratori in cassa o sostegno al reddito per licenziamento. Non voglio pensare che oltre a 30 di contributi , erano 20 previsti, per Ape Social escludono i contributi figurativi. Sarebbe una bella "Bufala"

Ritornando al discorso disoccupazione e reddito, aggiungendo quello che abbiamo detto prima della disoccupazione si deve sottolineare che devono concludersi tutte le forme di sostegni di cui una persona ha, quindi Naspi o altri assegni e poi si può richiedere la pensione. Quindi farsi licenziare è un trucchetto che non funziona

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:52) E' ufficiale che per quota 41 come novità per le pensione servono i seguenti requisiti, è stato confermato nelle ultime notizie e ultimisisme dalla maggioranza stamattina:
la seconda quota 41 è la classica con le regole che si è sempre detto finore
L'accordo sui 41 anni prevede: avere 12 mesi versati anche non continuativi tra i 14 e 19 anni, essere un lavoratore con lavoro usurante, essere malato gravemente, avere un familiare a carico ammalato grave oppure essere disoccupato senza sostegno. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:47) Abbiamo voluto raccogliere tutta una serie di dettaglieì e chiarimenti per le novità per le pensioni che sono state un pò tralasciate, ma leggendo bene le ultime notizie e ultimissime si possono risalire. Molte di queste sono a livello ufficiale, altre da ragionamenti logici e altre risposte a quesiti che in tanti fanno ma che nessuno al momento risponde e noi cerchiamo di dare le nostre risposte. Le due novità per le pensioni su cui ci concentreremo sono quota 41 e le mini pensioni. Iniziamo, ma già tanto si trova sotto e altro aggiungeremo.

- pensioni novità con quota 41 ci sono trre diverse interpretazioni che stanno creando confusione:

- prima che non si faccia proprio, ma non lo pensiamo in quanto riteniamo che nel comunictao ufficiale del Consiglio dei Minsitri dove non si trova è stata solo una svita anche perchè è stata ribadita da diversi epsonenti ieri

- la seconda quota 41 è la classica con le regole che si è sempre detto finore
L'accordo sui 41 anni prevede: avere 12 mesi versati anche non continuativi tra i 14 e 19 anni, essere un lavoratore con lavoro usurante, essere malato gravemente, avere un familiare a carico ammalato grave oppure essere disoccupato senza sostegno. 

- la terzo è una nuova formula dal SOLE non solo inn un articolo, ma più volte ovvero che bastano i quota 41 i contributi e tra i 14 e i 19 anni di attività. Non è stta detta una volta dal SOLE maanche dalla radio del SOLE e diverse trasmissioni

Passiamo, invece, ora ad un quesito frequente sulle novità mini pensioni e il tetto imposto dei millecinquenento euro.

- se si supera non ci può essere mini pensioni senza oneri, non si paga la differenza di quanto superato
- nei diversi articoli si è parlato finora MAI di stipendio lordo, ma o di reddito da pensione lordo aggiungendo la parola reddito percepito. Questo significa che non si dorvebbero superare i millecinqueneto euro con altri redditipercepiti tutti da stbilire, ma come ptrebbero essere i rendimenti degli affitti delle case o una seconda occupazione.

(continua...)

Va avanti la ‘sfida’ sulle novità per le pensioni da inserire nel nuovo testo unico che ha iniziato il suo iter e che dovrà essere ufficialmente approvato entro il prossimo 31 dicembre. Ma la situazione ad oggi, martedì 18 ottobre, si prospetta decisamente confusa, ancora, e piuttosto incerta. Nonostante le ultime e ultimissime notizie sulle ulteriori informazioni rese note sul funzionamento, soprattutto, delle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, mancano ancora ulteriori dettagli importanti e mancano principalmente delle reali novità per le pensioni positive per tutti ma soprattutto per quelle categorie di lavoratori come usuranti e precoci che meriterebbero tutele e salvaguardie ma che, anche con le ultime novità per le pensioni, non potranno realizzare i loro desideri. Per lo meno non tutti. Sono troppe, infatti, le condizioni e i paletti posti per la quota 41 per chi è entrato giovanissimo nel mondo occupazionale pochi, forse, riusciranno a soddisfare tutte le condizioni previste, mentre manca ancora la nuova lista ufficiale delle occupazioni fa considerare usuranti, in modo da poter inquadrare i relativi lavoratori. Il motivo per cui le novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 sono tanto ristrette è da ricercare soprattutto nella mancanza di budget a disposizione della maggioranza per riuscire a realizzare i provvedimenti effettivamente voluti.

Anche se poi la realtà è che, alla luce delle ultime notizie su altre misure approvate, più che i soldi a mancare davvero è stata la volontà politica di attuare novità per le pensioni più importanti, forse per una strategia di lavoro della stessa maggioranza in vista delle nuove elezioni, forse per giocarsi la partita politica su novità per le pensioni più profonde dopo l’esito del prossimo voto costituzionale di dicembre, fatto sta che si è preferito seguire la strada voluta dai tecnici dell’Economia di puntare e impiegare soldi per provvedimenti per dare nuova spinta agli investimenti, misure per le imprese e taglio delle imposte, come annunciato dal ministro dello Sviluppo economico Calenda, piuttosto che per novità per le pensioni. Secondo i tecnici del Tesoro e lo stesso ministro Calenda, infatti, sarebbero quelle appena riportate le misure in grado di rilanciare una reale crescita dell’economia italiana, che si accompagnerebbero a novità per le pensioni che a primo impatto sembrano accontentare tutti ma che in realtà rientrano in una illusoria strategia vincente per la stessa maggioranza.

Se, infatti, l’intenzione era quella di cercare di soddisfare tutti con mini pensione, quota 41 e aumento delle pensioni base, alla luce delle ultime notizie confuse e contraddittorie, il rischio è solo quello di deludere quanti hanno creduto nel possibile buon lavoro di premier e maggioranza e se i provvedimenti annunciati servivano per recuperare consensi ed elettori in vista del voto istituzionale di dicembre, alla luce delle ultime notizie, gli stessi consensi cercati potrebbero venire definitivamente meno. Tutto dipenderà dalle ultime spiegazioni che i tecnici della maggioranza, tra cui Marttin, forniranno per definire ulteriormente i dettagli delle ultime novità per le pensioni annunciate, dalla lista dei quota 41, degli usuranti, alla soluzione delle questioni di maestre, infermieri, lavoratori edili inseriti tra gli usuranti che possono andare in pensione con 41 anni di contributi senza oneri, perché appunto onerosi, ma sempre a condizione che abbiano maturato 12 mesi di contributi entro il 19esimo anno di età. Si tratta, infatti di lavoratori che per svolgere la propria attività avevano bisogno di un diploma di scuola media superiore, che solitamente si consegue a 18-19 anni, motivo per il quale sarebbe impossibile per loro riuscire ad aver maturato un anno di contribuzione entro i 19 anni.

Inoltre, ci sono da chiarire i numeri: secondo, infatti, le iniziali stime, avrebbero potuto beneficiare di mini pensione e quota 41, anche se limitate, circa 150mila persone, ma stando alle ultime notizie rese note dagli stessi tecnici, i numeri sarebbero decisamente inferiori con 35 mila persone stimate per la mini pensione e 25mila per la quota 41. Resta, inoltre, anche da chiudere la questione del calcolo dei contributi figurativi, di mobilità e Naspi ai fini della possibilità di accedere alla mini pensione. E tra gli altri chiarimenti che Marattin, insieme ai suoi colleghi, dovrà fornire ci sono anche quelli relativi ai tempi: è stato infatti detto che mini pensione e quota 41 si potranno richiedere a partire dal prossimo mese di maggio 2017, non da gennaio, dunque, ma non è stata fornita una data precisa di partenza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il