Opzione Donna

Cos’è l’opzione donna?

L’opzione donna è un sistema pensionistico sperimentale che permette alle donne lavoratrici sia statali che autonome e private di anticipare la propria età pensionabile rispetto all’attuale soglia anagrafica fissata. La domanda per l’opzione donna deve essere presentata direttamente all’Inps.

L’opzione donna permette alle lavoratrici di andare in pensione prima a fronte di importanti decurtazioni sulla pensione finale. Grazie a questo meccanismo, le lavoratrici statali possono andare in pensione a 57 anni di età mentre le lavoratrici autonome e private a 58 anni, tutte con almeno 35 anni di contributi maturati. Questo forte anticipo dell’età pensionabile è strettamente collegato a forti penalizzazioni sull’assegno finale che possono arrivare anche al 25-30%.

Si tratta di una decurtazione derivante dal fatto che scegliendo l’opzione donna il calcolo della pensione finale viene effettuato esclusivamente con metodo contributivo, molto meno vantaggioso del vecchio sistema retributivo.

La domanda di richiesta dell’opzione donna deve essere presentata all’Inps, direttamente online in autonomia, sul sito dell’Istituto di Previdenza, inserendo pin o spid; o contattando il contact center integrato dell’Istituto di Previdenza, al numero verde 803164, fornendo il Pin o lo Spid di ogni lavoratrice.; o tramite caf o patronato convenzionato.

 

Ultime notizie su Opzione Donna: