Caparra affitto casa vacanza estate quando si deve restituire e avere indietro. Tutti i casi

Versamento della caparra per l’affitto di una casa vacanza per l’estate: come e quando deve essere restituita da proprietari a inquilini

Caparra affitto casa vacanza estate quan

Ci sono casi in cui si deve restituire la caparra per l’affitto della casa vacanza estate?

Quando si decide di prendere in affitto una casa per le vacanze estive, che sia al mare o in montagna o al lago, nella quasi totalità dei casi viene richiesto il versamento di una caparra che solitamente viene restituita dai proprietari agli inquilini al termine della vacanza e una volta verificato che la casa non ha subito alcun danno. Ma non solo. Ci sono anche altri casi in cui l’inquilino può avere indietro la caparra versata.

Quando si decide di prendere in affitto una casa per le vacanze estive, che sia al mare o in montagna o al lago, nella quasi totalità dei casi viene richiesto il versamento di una caparra che rappresenta una garanzia per il proprietario se magari l’inquilino o gli inquilini decidono di disdire all’ultimo minuto non dando più possibilità al proprietario di riaffittare casa e avere i suoi guadagni, ma anche per l’inquilino perché vincola il proprietario a rispettare l’impegno dell’affitto preso con l’inquilino, a meo di spiacevoli sorprese che, seppur di rado, si verificano.

La caparra una volta versata può essere poi restituita dal proprietario all’inquilino come anche trattenuta. Di solito, infatti, chi affitta una casa per le vacanze estive chiede una caparra che viene calcolata in base al costo dell’affitto.

Solitamente si chiedono o 250 euro o il 30% del canone dell’affitto richiesto, somma che però al termine della vacanza e dopo verifiche sullo stato della casa viene restituita all’inquilino. Vediamo tutti i casi in cui la caparra data per l’affitto di una casa vacanza d’estate deve essere restituita da parte del proprietario all’inquilino.

  1. Caparra affitto casa vacanza estate quando si deve restituire per proprietario
  2. Caparra affitto casa vacanza estate quando si deve avere indietro per inquilino


Caparra affitto casa vacanza estate quando si deve restituire per proprietario

La caparra confirmatoria che si versa per bloccare una casa in affitto per le vacanze estive al termine delle stesse vacanze deve essere restituita dal proprietario se dopo un giro di controllo all’interno della stessa casa non si riscontra alcun danno alla casa affittata.

In caso contrario, infatti, il proprietario di casa può non restituire la caparra di affitto per la casa delle vacanze d'estate e trattenere tutto o in parte l’importo versato in base, chiaramente, al valore del danno riscontrato. E’ bene poi precisare che, nonostante quanto riportato dall’art 52 del codice del consumo per cui i proprietari devono restituire la caparra all’inquilino se quest’ultimo decide di recedere dal contratto entro 14 giorni, l’articolo 59 dello stesso codice esclude tale possibilità per le case vacanza quindi pur se entro 14 giorni un inquilino decide di non voler più affittare la casa e chiede la restituzione della caparra, il proprietario non è tenuto a restituirla.

Caparra affitto casa vacanza estate quando si deve avere indietro per inquilino

Stando a quanto previsto dalle regole attualmente in vigore, un inquilino potrebbe chiedere di avere indietro la caparra versata per l’affitto della casa per la vacanza estiva anche ei casi di disdette per gravi motivi di salute e di famiglia.

Si tratta, infatti, di eventi imprevisti che pregiudicano la vacanza dell’inquilino indipendentemente dalla volontà e ci sono proprietari che per disdette a causa di problemi improvvisi per esempio di salute e gravi di famiglia restituiscono senza alcun problema la caparra versata dagli inquilini anche per intero. Altri, invece, a volte trattengono piccole percentuali.

Se la disdetta della casa per le vacanze avviene a causa del proprietario, per problemi o imprevisti di quest’ultimo che impediscono all’inquilino di usufruire della casa vacanze per l’estate pur avendo versato una caparra, gli inquilini hanno diritto ad avere indietro la caparra versata.

L'inquilino ha, inoltre, diritto ad avere indietro la caparra in percentuale rispetto alla somma versata se disdice la prenotazione in anticipo e elle seguenti percentuali:

  • meno il 10% fino a 30 giorni prima della data di inizio affitto;
  • meno il 25% fino a 21 giorni prima della data di inizio affitto;
  • meno il 50% fino a 11 giorni prima della data di inizio affitto;
  • meno il 75% fino a 3 giorni prima della data di inizio affitto.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie