Dopo quanto tempo vengono tolti i punti patente. Entro quanto tempo si deve ricevere notifica

La questione interessa tutti gli automobilisti, in particolare quelli che sanno di aver commesso una infrazione e magari si sono giÓ visti ridurre il saldo dei punti patente.

Dopo quanto tempo vengono tolti i punti

I punti patente dopo quanto tempo vengono tolti?

L'organo che ha accertato la violazione del Codice della strada con conseguenza riduzione dei punti patente, tra vigili urbani, carabinieri e polizia, è chiamato a inviare la comunicazione in 30 giorni all'Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida. Ma non si tratta di una notifica obbligatoria necessaria per la decurtazione.

L'introduzione della patente a punti ha rivoluzionato il mondo della mobilità in Italia. Quasi tutte le infrazioni, piccole o grandi che siano, comportano una decurtazione del saldo dei punti fino all'azzeramento.

All'opposto, in caso di comportamento virtuoso ovvero di assenza di multe con sanzione accessorio del taglio di punti, il bottino può arrivare fino a un massimo di 30.

Ma allo stesso tempo le norme attuali consentono di recuperare più velocemente i punti eventualmente decurtati con la frequentazione di corsi dedicati in una scuola guida. In questo articolo ci interessa sapere dopo quanto tempo vengono tolti i punti patente ovvero entro quanto tempo si deve ricevere notifica.

La questione interessa tutti gli automobilisti, in particolare quelli che sanno di aver commesso una infrazione e magari si sono già visti ridurre il saldo dei punti patente.

Prima di entrare nei dettagli della normativa in vigore, ricordiamo che i punti sono decurtati dalla patente del guidatore al momento dell'infrazione e non da quella del proprietario del mezzo. Vediamo quindi

  • Punti patente, dopo quanto tempo vengono tolti
  • Entro quanto tempo notifica decurtazioni punti patente

Punti patente, dopo quanto tempo vengono tolti

Le regole del gioco sono chiare: si comincia con 20 punti patente e in assenza di infrazioni al Codice della strada, se ne guadagnano 2 ogni 2 anni fino al raggiungimento di un limite massimo di 30. Ma basta poco per vederseli decurtare. Basti pensare che per alcuni tipo di irregolarità, la perdita è addirittura di 10 punti.

Pensiamo ad esempio al trasporto di materie pericolose senza osservare le prescrizioni ministeriali relative a idoneità tecnica e dispositivi di equipaggiamento dei veicoli o alla circolazione in autostrada o sulle strade extraurbane principali sulle corsie di emergenza e d'immissione e uscita fuori dai casi previsti.

Meno 10 punti anche per chi circola contromano nelle curve, sui dossi o in condizioni di limitata visibilità o su strada divisa in carreggiate separate e per chi fa inversione di marcia in autostrada o sulle strade extraurbane principali o procedervi in contromano.

Così come per gli automobilisti che trasportano materie pericolose senza autorizzazione o in violazione delle prescrizioni, si danno alla fuga in incidente con gravi danni ai veicoli causato dal proprio comportamento o guidano in condizioni di alterazione fisica e psichica correlata a sostanze stupefacenti.

Decurtazione massima di punti patente pure nei casi di forzamento di un posto di blocco, veicolo sprovvisto di cronotachigrafo o limitatore di velocità, sorpasso in situazioni gravi e pericolose, superamento del limite di velocità di oltre 60 chilometri orari, retromarcia in autostrada, guida in stato di ebbrezza.

Ma come accade in tutte le circostanze legate alle multe, anche nel caso dei punti patente la forma è sostanza. Ecco dunque che dal punto di vista procedurale, l'organo che ha accertato la violazione del Codice della strada con conseguenza riduzione dei punti patente, tra vigili urbani, carabinieri e polizia, è chiamato a inviare la comunicazione in 30 giorni all'Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida.

A quel punto il Ministero dei Trasporti e delle infrastrutture invia all'automobilista il saldo punti patente modificato e aggiornato.

Entro quanto tempo notifica decurtazioni punti patente

Il tempo di invio della notifica con l'aggiornamento dei punti patente è dunque di circa 1 mese, ma non si tratta di una scadenza perentoria e in ogni caso va considerata una semplice comunicazione non impugnabile.

La dimostrazione sta nel fatto che viene spedita tramite posta ordinaria e non tramite posta raccomandata con cui si ha la certezza dell'effettiva ricezione.

Ecco quindi che diventa più facile provvedere al controllo dei punti patente in piena autonomia ovvero attraverso il portale dell'automobilista, in cui occorre comunque iscriversi, oppure comporre il numero di telefono dedicato (848782782), ricordando che non si tratta di un chiamata gratuita ma legata alle tariffe del proprio gestore telefonico.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie