Limite redditi per invalidità civile 2020. Importi lordi e netti. Calcolo ed esempi

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Limite redditi per invalidità civile 202

Invalidità civile 2020, limiti redditi

C'è il limite di redditi da considerare per non perdere la pensione di invalidità civile, gli assegni e le indennità collegate. La tabella 2020 aggiornata.

Cambiano tutti gli anni e puntualmente l'Inps comunica i nuovi limiti di reddito per accedere alle agevolazioni economiche previste nell'ambito del riconoscimento dell'invalidità civile.

Succede anche nel 2020 con l'Istituto nazionale per la previdenza sociale che - per ciascuna tipologia di invalidità civile - ha comunicato sia il limite di reddito da non superare e sia l'importo dell'assegno che viene corrisposto su base mensile.

Come vedremo a breve nella tabella che abbiamo elaborato sulla base dei dati ufficiali dell'Inps, la diversificazione è massima e va dall'azzeramento dei limiti di reddito per numerose circostanze (per l'indennità accompagnamento ciechi civili assoluti, ad esempio) fino a un massimo di quasi 17.000 euro (per la pensione ciechi civili parziali, ad esempio). Entriamo quindi nel dettaglio e vediamo

  • Invalidità civile 2020, limiti redditi
  • Calcolo, esempi e importi invalidità civile

Invalidità civile 2020, limiti redditi

Ricordando che la domanda per l'invalidità civile 2020 è diventata più semplice e i tempi di liquidazione più veloci, c'è il limite di redditi da considerare per non perdere la pensione di invalità civile, gli assegni e le indennità collegate.

Norme alla mano, nel caso in cui il verbale sia in scadenza è possibile ricevere l'assegno fino al giorno della visita per la verifica dell'aggravamento. Un caso a parte è invece legato all'età perché da quest'anno l'assegno d'invalidità parziale si trasforma in assegno sociale a 67 anni.

Calcolo, esempi e importi invalidità civile

Prima di entrare nel cuore della tabella ovvero di calcolo, esempi e importi per l'invalidità civile, è indispensabile una precisazione: il limite di reddito indicato fa riferimento al reddito annuo lordo (e non netto) della sola persona che richiede l'assegno.

Non sono quindi inclusi nel conteggio e non contribuiscono a definire il tetto da non superare il reddito del coniuge e né di altri familiari, anche se vivono sotto lo stesso tetto. Ecco dunque i nuovi limiti di redditi per invalidità civile 2020:

  • Assegno mensile invalidi civili parziali: limite di reddito 4.926,35 euro per assegno di 286,81 euro
  • Indennità accompagnamento ciechi civili assoluti: nessun limite di reddito per assegno di 930,99 euro
  • Indennità accompagnamento invalidi civili totali e minori: nessun limite di reddito per assegno di 520,29 euro
  • Indennità comunicazione sordi: nessun limite di reddito per assegno di 258,00 euro
  • Indennità mensile frequenza minori: limite di reddito 4.926,35 euro per assegno di 286,81 euro
  • Indennità speciale ciechi ventesimisti: nessun limite di reddito per assegno di 212,43 euro
  • Lavoratori con drepanocitosi o talassemia major: nessun limite di reddito per assegno 515,07 euro
  • Pensione ciechi civili assoluti: limite di reddito 16.982,49 euro per assegno di 310,17 euro
  • Pensione ciechi civili assoluti (se ricoverati): limite di reddito 16.982,49 euro per assegno di 286,81 euro
  • Pensione ciechi civili parziali: limite di reddito 16.982,49 euro per assegno di 286,81 euro
  • Pensione invalidi civili totali: limite di reddito 16.982,49 euro per assegno di 286,81 euro
  • Pensione sordi: limite di reddito euro 16.982,49 euro per assegno di 286,81 euro

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: