Siae commissariata: debito fuori controllo e incapacità di gestione

La Siae avrà un commissario straordinario per ripristinare le attività amministrative e strategiche



La Siae avrà un commissario straordinario per ripristinare le attività amministrative e strategiche, perché l'assemblea non riesce a raggiungere il numero legale per le votazioni.

Le indiscrezioni si rincorrevano da tempo, in attesa di un'ufficialità giunta di recente dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Sono state così avviate le procedure per la nomina di un commissario straordinario della Società Italiana Autori ed Editori (SIAE).

L’azienda del Belpaese si appresta dunque al secondo commissariamento negli ultimi anni, dopo il mancato svolgimento dell'assemblea degli associati, convocata in due occasioni, il 30 novembre e il 20 dicembre dello scorso anno, per l’assenza del quorum costitutivo previsto dall'articolo 119 del regolamento generale della Società.

Il commissario straordinario sarà nominato perché provveda, in sostituzione di tutti gli organi deliberativi della Società Italiana degli Autori ed Editori (SIAE), al ristabilimento di condizioni di stabile funzionalità degli organi e di efficiente ed efficace gestione della Società.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il