BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendio Marzo 2012 più basso: conguaglio addizionali regionali e comunali Irpef 2011. Calcolo

Tasse più alte e stipendi più bassi: cosa pagano sempre più caro gli italiani



Buste paga più leggere a marzo a causa delle addizionali regionali: sono, infatti, scattate in tutte le regioni e in 300 Comuni i rincari delle addizionali Irpef, sbloccata dal governo anche l'Irap locale oltre a tributi minori e sono pronti, inoltre, altri rincari per i rifiuti e tra tre mesi si paga la prima rata dell'Imu.

La data fatidica del suo debutto è fissata per il 16 giugno, quando bisognerà versare la prima rata, una stangata che porterà nelle casse dello Stato 11,5 miliardi L'aliquota ordinaria è stata fissata al 4 per mille e i Comuni potranno aumentare o diminuire l'aliquota del 2 per mille. La tassa sarà mitigata da una detrazione di 200 euro, aumentabile di 50 euro per ciascun figlio a carico under 26 fino ad un massimo di 400 euro.

La Uil servizio politiche territoriali calcola che l'aggravio medio per le famiglie sarà quest'anno di 83 euro con punte di 461 euro a Roma 426 a Milano. Più pesante sarà l’Imu per le seconde case.

Per quanto riguarda le altre voci che rendono più leggere le buste paga di marzo, ci sono le addizionali regionali, che tutti i contribuenti italiani, da Nord a Sud, di tutte le Regioni, dovranno pagare, dal conguaglio 2011 dell'aumento dell'addizionale regionale Irpef deciso con il decreto Salva Italia del governo Monti.

L'aumento è pari allo 0,33% dell'aliquota base (cioè quella che non è nella discrezionalità delle Regioni) e porta l'aliquota dallo 0,9 all'1,23%. Ci sono poi le addizionali comunali dell'Irpef, per cui con la busta-paga di marzo bisognerà pagare il previsto acconto del 305.

Oltre ai Comuni che hanno già ritoccato all’insù quest’addizionale, come Chieti, Catanzaro, Agrigento, Brescia. Viterbo, Ferrara, i Comuni hanno tempo fino al 30 giugno, data successiva alle elezioni amministrative, per aumentare l'Irpef. Continua, inoltre, a crescere la Tarsu, imposta sui rifiuti.

L'aliquota più alta è pari al 5%, mentre il minimo è l'1%. Tra le amministrazioni più care Arezzo con il 4,7%; Catania, Messina, Agrigento, Avellino, Lucca e Foggia con il 4% e Udine con il 4,5%. Più alta sarà anche l’Irap. In generale, la stangata regionale viene valutata dalla Uil servizio politiche territoriali in un aggravio che porterà la famiglia media a pagare fino a 371 euro, mentre per quella comunale si prevede un passaggio nel 2012 dai 129 ai 177 euro medi pro-capite. Si intende che chi guadagna di più sarà sottoposto ad un salasso maggiore.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il