BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge di Stabilità: novità ufficiali. E nuove regole anche per pagamenti in contanti e bonifici.

Pagamento affitti e non solo: stop all’uso del contante anche per i compensi di medici, avvocati e altri liberi professionisti. Come fare? Le nuove regole dal prossimo 2014



Non solo affitti: la nuova Legge di Stabilità prevede infatti lo stop al pagamento in contante per gli affitti, che dovranno invece, d’ora, in poi, esser pagati con bonifici o assegni, insomma con sistemi tracciabili. Il tutto per contrastare l’evasione fiscale. Ma lo stop al pagamento in contanti è stato stabilito anche per medici, dentisti, avvocati e gli altri professionisti.

Essi dovranno, infatti, permettere ai clienti di utilizzare il bancomat o la carta di credito. Dal prossimo primo gennaio 2014, infatti, scatta l'obbligo di pagare i canoni di affitto di abitazione, ad eccezione delle case di edilizia popolare, solo con strumenti tracciabili, come per esempio bonifici o assegni. L'obbligo varrà per qualunque importo da pagare. Per tutte le altre operazioni tra privati resta comunque il tetto massimo per i pagamenti in contanti di 999,99 euro.

Eventuali violazioni potranno portare a sanzioni dall'1 al 40% dell'importo trasferito, con un minimo di 3mila euro. Ma questa regola varrà non solo per il pagamento degli affitti. Dal prossimo anno, infatti, anche i liberi professionisti si dovranno pagare con il bancomat. Dagli avvocati, ai commercialisti, ai dentisti, medici.

Il primo gennaio 2014, salvo rinvii dell'ultima ora nel Milleproroghe, scatta l’obbligo, infatti, anche per i professionisti di dotarsi del Pos, il terminale che consente ai clienti di pagare con bancomat o carta di credito.

Un obbligo, però, senza sanzioni e che attende ancora un regolamento attuativo. La bozza del provvedimento stabilisce che l'obbligo valga solo per i professionisti con fatturato sopra i 200mila euro e per i pagamenti oltre i 30 euro, almeno per una prima fase fino al 30 giugno 2014.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il