BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità,donne,uomini,vecchiaia,precoci,usuranti: uscita flessibile,prestito pensionistico

Nuovo sistema di uscita flessibile dal lavoro allo studio del governo: è il prestito pensionistico Apa del ministro Poletti. Come dovrebbe funzionare e per chi




Poter lasciare il lavoro con tre, quattro anni di anticipo rispetto ai requisiti stabiliti per la pensione di vecchiaia con un prestito pensionistico, che, sulla scia di quanto già proposto dall’ex ministro Giovannini, darebbe al lavoratore una somma ‘in anticipo’ da restituire raggiunta la pensione ordinaria. La nuova idea di prestito del ministro Poletti, che dovrebbe chiamarsi Apa (assegno di pensione anticipata) potrebbe valere per tutti i lavoratori, privati e statali, dovrebbe erogare una somma compresa tra i 761 e i 791 euro, a seconda della tipologia di lavoratore che decide di lasciare il lavoro a 63 anni e tre mesi, invece che a 66 e sei mesi, che poi sarà restituita con decurtazioni comprese tra i 54 e i 78 euro al mese.

L’Apa, se venisse approvato, sarebbe comunque, una misura sperimentale fino a fine dicembre 2017, e condizione necessaria per riceverlo è non avere altra occupazione. Questa forma di prestito potrebbe rappresentare una buona soluzione, tra l’altro, secondo le stime, a costo zero, soprattutto per lavoratori come usuranti e precoci che non possono o non riescono a rimanere a lavoro per raggiungere i requisiti stabiliti dalla legge Fornero.

Ma potrebbe allargarsi anche a comprendere la fascia degli esodati, o coloro che rischiano di diventare tali. Intanto per gli esodati si attende il 7 maggio quando si riunirà il tavolo tecnico tra Inps, Ministero del Lavoro e commissioni parlamentari. La speranza è che, finalmente, dopo tanto tempo di discussioni si arrivi ad una svolta.

Intanto, è iniziato ieri, 30 aprile, il confronto sul piano prepensionamenti del ministro Madia. In occasione della presentazione della riforma per imprimere una svolta importante alla pubblica amministrazione italiana, la Madia ha detto: “Non ho problema a parlare di eventuali prepensionamenti e ricordo che le norme Fornero sono state introdotte dai governi Monti e Letta per gli enti locali, ma prima si possono fare cose come l'abrogazione dell'istituto di trattenimento in servizio che libererebbe almeno 15 mila posti”.

E il ministro Renzi ha spiegato: “L'abrogazione dell'istituto del trattenimento in servizio comporta la possibilità di far entrare 10 mila giovani nella P.a. Le nuove entrate potrebbero essere 14-15 mila fino al 2018”.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il