BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 5.1.1 già annunciato dopo problemi non risolti nemmeno con aggiornamento 5.1 bug memoria 5.0.1, 5.0.2 e 5.0

Iniziano a trapelare le prime informazioni sul prossimo aggiornamento di sistema operativo Android 5.1.1 chiamato a risolvere i problemi di gestione della memoria.




Non c'è ancora una data di rilascio, ma Google rilascerà l'aggiornamento di sistema operativo Android 5.1.1 Lollipop per cercare di risolvere una volta per tutte il problema della memory leak relativo alla gestione della RAM. I dispositivi coinvolti saranno quelli della serie Nexus ovvero Nexus 6, Nexus 5, Nexus 10, Nexus 7 2013 Wi-Fi (per i quali sono disponibili le factory images di Android 5.1 Lollipop), Nexus 4, Nexus 7 2012 Wi-Fi, Nexus 9. E ancora, Samsung Galaxy S5, Samsung Galaxy S5 Mini, Samsung Galaxy S4, Samsung Galaxy Alpha, Samsung Galaxy Note 4, Samsung Galaxy Note 3, HTC One M8, HTC One M7, HTC One Mini, LG G3 e LG G2. Per verificare manualmente la disponibilità dell'upgrade di sistema operativo sul proprio terminale è sufficiente seguire il percorso Impostazioni > Info sul telefono > Aggiornamenti sistema.

Nuovo aggiornamento in vista anchhe per i terminali a firma Sony che saranno coinvolti nell'upgrade della major release: Xperia Z, Xperia ZL, Xperia ZR, Xperia Tablet Z, Xperia Z Ultra, Xperia Z1, Xperia Z1S, Xperia Z1 Compact, Xperia Z2, Xperia Tablet Z2, Xperia Z3, Xperia Z3v, Xperia Z3 Compact, Xperia Tablet Z3 Compact.

La maggior parte degli utenti aveva messo in conto la correzione del bug già con Android 5.1, ma le novità apportate, seppur numerose, sono andate in un'altra direzione. Nello specifico la società di Mountain View ha introdotto il supporto per la seconda SIM e il miglioramento della sicurezza attraverso Device Protection, il servizio che impedisce di sbloccare un device senza la password dell'account Google collegato.

Nutrita la lista dei bug corretti, come quelli relativi alla chiusura improvvisa delle applicazioni, alle connessioni wireless, alla funzionalità OK Google, alla riproduzione dei suoni, al consumo eccessivo della connessione ai network quando si utilizza il Wi-Fi, alla modalità silenziosa scomparsa in Android 5.0.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il