730 2016 precompilato: tutte le prossime

730 2016 precompilato: tutte le prossime fasi. Proroga incerta. Aiuto e assistenza nuova direttamente da Agenzia Entrate

Al via una campagna di consulenza gratuita dell'Agenzia delle entrate in tutta Italia con tanto di camper itinerante.



Siamo nel pieno delle operazioni relative al 730 2016 precompilato e l'Agenzia delle entrate sta fornendo nuove indicazioni in vista delle tante scadenze fiscali. Ha infatti predisposto una campagna di consulenza gratuita in tutta Italia con tanto di camper itinerante. Il tutto anche in vista dell'appuntamento del 7 luglio, con proroga in dubbio, giorno ultimo per la presentazione del 730 2016.

In ogni caso, gli appuntamenti sono in Abruzzo (lunedì 2 maggio); in Molise mercoledì 4 maggio; in Campania venerdì 6 maggio; in Sicilia lunedì 9 e martedì 10 maggio; in Calabria giovedì 12 e venerdì 13 maggio; in Basilicata martedì 17 maggio; in Puglia giovedì 19 maggio; in Marche martedì 24 maggio; in Emilia Romagna giovedì 26 e venerdì 27 maggio; in Veneto martedì 31 maggio; in Friuli Venezia Giulia lunedì 6 giugno; a Bolzano mercoledì 8 giugno; a Trento venerdì 10 giugno; in Lombardia martedì 14 giugno; in Valle d'Aosta giovedì 16 giugno; in Piemonte martedì 21 giugno; in Liguria giovedì 23 giugno; in Toscana martedì 28 giugno; in Umbria giovedì 30 giugno; in Lazio lunedì 4 luglio; in Sardegna (da mercoledì 6 a sabato 9 luglio).

La casella Dichiarante, ad esempio e come informa l'Agenzia delle entrate, deve essere barrata dal contribuente che presenta la propria dichiarazione dei redditi. Se viene presentata la dichiarazione congiunta, il contribuente che intende far eseguire le operazioni di conguaglio al proprio datore di lavoro o ente pensionistico deve barrare entrambe le caselle Dichiarante e Dichiarazione congiunta, mentre il coniuge deve barrare solo la casella Coniuge dichiarante. Il contribuente che presenta la dichiarazione per conto di persone incapaci, compreso il minore, deve barrare la casella Rappresentante o tutore, e indicare il proprio codice fiscale nella casella Codice fiscale del rappresentante o tutore.

In questo caso, la casella Dichiarante non deve essere barrata. Nella casella Codice fiscale deve essere indicato il codice fiscale del contribuente. Il codice fiscale deve corrispondere a quello indicato nella tessera sanitaria o, nel caso in cui non sia stata ancora emessa, a quello risultante dall'apposito tesserino rilasciato dall'amministrazione finanziaria. La casella "Soggetto fiscalmente a carico di altri" deve essere barrata dal contribuente con reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro al lordo degli oneri deducibili. La casella 730 integrativo deve essere compilata dal contribuente che presenta una dichiarazione integrativa.



Commenta la notizia

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il

Ultime Notizie