Puntura di zecca, quali sono i reali rischi per una persona e cosa fare se si viene morsi

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puntura di zecca, quali sono i reali ris

puntura zecca rischi reali persona morsa

Sempre più casi di zecche e ci sono anche i primi morti. Quali sono i reali rischi per la salute e cosa fare se si viene colpiti.

Quali sono i reali rischi per una persona e cosa fare se si viene morsi da una zecca? Con l’arrivo del forte caldo si sono particolarmente diffusi insetti, zanzare ma anche zecche che sono particolarmente presenti soprattutto in alcune regioni di Italia. 

Pur essendo piccoli insetti, è bene sapere che le zecche possono diventare molto pericolose e possono provocare diversi rischi per la salute umana. Bisogna, dunque, ben sapere come curarsi in caso di morso di zecca per evitare grossi problemi. Vediamo allora cosa fare se si viene punti da una zecca e quali sono gli effettivi rischi che si corrono. 

  • Muore donna in Sardegna punta da una zecca
  • Rischi e cosa fare quando si viene morsi da una zecca


Muore donna in Sardegna punta da una zecca

Sono tantissime le zecche che quest’estate stanno invadendo le nostre città. E’ morta in Sardegna proprio a causa di una puntura di zecca una donna di 70 anni, dopo quattro giorni di ricovero, a causa di una grave infezione, la rickettsiosi, provocata dal zecca. La donna ha avuto febbre molto alta, mal di testa, stanchezza, dolori muscolari e alle articolazioni. Inizialmente, la donna non ha accusato alcun sintomo, motivo per il quale ha sottovalutato la puntura ma dopo qualche giorno la situazione è precipitata.

Nonostante le terapie, la donna non ha risposto alle cure ed è deceduta. Il caso della donna in Sardegna ha posto non pochi interrogativi sui rischi effettivi e reali che si corrono quando si viene morsi da una zecca nonché scatenato ansie e paure.

Rischi e cosa fare quando si viene morsi da una zecca

Diversi e anche importanti sono effettivamente i rischi che si corrono per un morso di zecca. L’Istituto Superiore di Sanità, Iss, ha spiegato che le zecche con la loro puntura trasmettono agenti patogeni in grado di provocare gravi patologie come rickettsiosi, febbre Q, borreliosi di Lyme, ehrlichiosi, encefalite virale, febbri bottonose da rickettsiae, tularemia, babesiosi.

Inoltre, ci sono alcune specie di zecche che secernono una tossina che provoca paralisi e i sintomi della paralisi da zecche sono debolezza e affaticamento, debolezza e irritabilità. Dopo pochi giorni, si sviluppa una paralisi progressiva, che di solito parte dagli arti inferiori, colpendo anche muscoli che controllano il respiro.

La paralisi da zecca guarisce rapidamente rimuovendo la zecca ma quando la respirazione è compromessa può essere necessaria l’ossigenoterapia. Per il resto, la maggior parte delle malattie e infezioni citate che si rischiano se si viene morsi da una zecca possono essere risolte e guarite con una tempestiva cura antibiotica. 

Solo raramente e in soggetti anziani o bambini le infezioni derivanti da punture di zecche possono diventare pericolose per la vita.

Per prevenire morsi di zecche il consiglio è quello di repellenti per insetti e rimuovere subito le zecche non appena viste sulla propria cute, perché la probabilità di contrarre un’infezione è direttamente proporzionale alla durata della permanenza del parassita sulla nostra cute. 

Il modo migliore per rimuovere le zecche è quello di usare una pinzetta per prendere l’insetto tirandolo fuori dalla cute. La testa della zecca, che può non uscire insieme al corpo, deve essere tolta, perché può causare un’infiammazione cronica. 

Una volta rimossa la zecca, deve essere applicato un antisettico e, in caso di gonfiore, anche un antistaminico.