BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni lavori usuranti e precoci Governo letta: rimasto un solo emendamento in Legge stabilità

Nulla su precoci ed usuranti ma unica modifica su indicizzazione: cosa cambierà per le pensioni?



Norme ad hoc per l’uscita dal lavoro di determinate categorie di lavoratori come precoci ed esodati, uscita anticipata dal lavoro a 62 anni, invece che a 66, per chi perde il lavoro o è esodato: si tratta delle misure proposte per modificare l’attuale sistema pensionistico ma su cui ancora tutto tace.

E probabilmente le speranze di nuove interventi stanno svanendo considerando che, tra l’altro, con il voto di fiducia di oggi alla Camera, non ci sarebbe più tempo di ulteriori cambiamenti da inserire nella Legge di stabilità Il vero problema rimarranno, ancora una volta, gli esodati, i Quota 96, i lavoratori precoci ed usuranti, a cui nessuno ha effettivamente pensato se con misure ‘tampone’.

Nella legge di stabilità, sul tema pensioni, “si potrebbe intervenire in materia di indicizzazione delle pensioni, migliorando il testo, e per allargare la platea degli esodati da salvaguardare a partire dal 2014” ha annunciato il viceministro dell'Economia, Stefano Fassina come unico emendamento di modifica.

Fassina ritiene “il testo apprezzabile, ma indubbiamente migliorabile in alcuni punti, su cui si sofferma. In primo luogo, andrebbe prevista una norma di carattere strutturale che destini in modo automatico determinate risorse, rivenienti per esempio dalla revisione della spesa e dalla lotta all'evasione fiscale, alla riduzione del cuneo fiscale; per evitare che si ripeta la scarsa riuscita di misure analoghe a ciò indirizzate negli anni precedenti, bisognerebbe prevedere che tali risorse abbiano carattere anche una tantum e non necessariamente carattere permanente”. Per il resto “Un ulteriore intervento sulle pensioni più alte potrebbe rivelarsi non fattibile” ha detto il viceministro dell'Economia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il