Il parcheggio condominiale può essere usato per i clienti di un negozio o studio del condominio o no

Clienti di negozio o studio in condominio possono usare il parcheggio condominiale: casi in cui è vietato e regole in vigore

Il parcheggio condominiale può essere us

Clienti di un negozio o di uno studio in condominio possono usare il parcheggio condominiale?

Le leggi attualmente in vigore non impediscono l'uso del parcheggio condominiale ai non residenti, ciò significa che clienti di un negozio o di uno studio del condominio possono usare il parcheggio condominiale. Il cortile condominiale dove si parcheggiano le auto è, infatti, uno spazio comune di tutti i condomini, per cui ogni condomino può usarlo come vuole e, come previsto dal Codice Civile, non si può impedire ad un altro condomino di usarlo come preferisce, sempre nel rispetto degli altri condomini.
 

Il parcheggio condominiale può essere usato per i clienti di un negozio o studio del condominio? La vita in condominio è regolata da norme specifiche che è bene che ogni condomino rispetti perché si rischiano anche sanzioni nel caso in cui le regole stabilite e riportate nei regolamenti condominiali non vengono osservate. 

Sono i regolamenti di condominio ma anche i regolamenti condominiali di tipo contrattuale, insieme ad eventuali regolamenti locali a definire le buone regole del vivere civile in condominio e una delle questioni di maggiore interesse dei condomini di un condominio è quella relativa a parcheggio condominiale e relativa possibilità di posti, che generalmente vengono assegnati ai condomini, in base alla disponibilità, a rotazione.

  • Parcheggio condominiale può essere usato o no per clienti di un negozio o studio del condominio
  • Quando clienti di un negozio o studio del condominio non possono usare parcheggio condominiale

Parcheggio condomminiale può essere usato o no per clienti di un negozio o studio del condominio

Il parcheggio in condominio è disciplinato da regole precise che non sono previste per legge in maniera universale ma che vengono stabilite dalle singole assemblee condominiali e che possono anche essere modificate. Le regole per il parcheggio in condominio riguardano generalmente sia il parcheggio per i condomini residenti e sia il parcheggio per non residenti.

Le leggi attualmente in vigore non impediscono l'uso del parcheggio condominiale ai non residenti, ciò significa che clienti di un negozio o di uno studio del condominio possono usare il parcheggio condominiale.

Il cortile condominiale dove si parcheggiano le auto è uno degli spazi comuni di tutti i condomini, per cui ogni condomino può usarlo come vuole e, come previsto dal Codice Civile, non si può impedire ad un altro condomino di usarlo come preferisce, sempre nel rispetto degli altri condomini.

Il Codice Civile prevede, infatti, che ogni condomino possa servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri condomini di farne parimenti uso, per cui nel caso di un parcheggio condominiale, ogni residente può usarlo come preferisce purché non impedisca agli altri di fare lo stesso.

Ciò significa che se i posti del parcheggio condominiale non sono di alcun residente, i non residenti, che siano ospiti, familiari, o clienti e proprietari di negozi o pazienti di uno studio del condominio, possono usarli senza problemi. 
 

Quando clienti di un negozio o studio del condominio non possono usare parcheggio condominiale

L’unico caso in cui clienti di un negozio o studio del condominio non possono usare il parcheggio condominiale è quello in cui il singolo regolamento di condominio preveda un divieto in tal senso. Se, infatti, il regolamento condominiale vieta il parcheggio nello spazio condominiale ai non residenti, anche se pazienti di uno studio situato in condominio o clienti di un negozio, allora questi ultimi non possono usare il parcheggio condominiale.
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il