Pensione anticipata per malattia 2021 a chi spetta, requisiti e come fare domanda INPS

In pensione anticipata per malattia solo se la stessa provoca grave invalidità o inabilità a lavoro: cosa prevedono leggi attuali e requisiti

Pensione anticipata per malattia 2021 a

A chi spetta la pensione anticipata per malattia 2021?

Non esistono leggi che permettono di andare in pensione anticipata per malattia 2021. E’ possibile uscire prima solo se la malattia di cui si è affetti, compresa la malattia oncologica, è grave a tal punta da implicare una invalidità per il soggetto e la pensione anticipata per malattia si può chiedere solo se la percentuale di invalidità riconosciuta a causa della malattia è molto alta. In caso contrario, non esiste alcuna possibilità di poter andare in pensione prima solo perché malati. 
 

La legge italiana non prevede alcuna norma specifica per andare in pensione anticipata per malattia ma ci sono categorie di persone che se affette da determinate malattie che implicano invalidità o altre forme di inabilità al lavoro hanno la possibilità di andare in pensione anticipata. Per poter usufruire di tale possibilità bisogna soddisfare determinati requisiti e presentare domanda direttamente all’Inps secondo diverse modalità. Vediamo allora a chi spetta la pensione anticipata per malattia 2021.

  • Pensione anticipata per malattia 2021 per invalidità e inabilità civile
  • Pensione anticipata per malattia 2021 con Ape social
  • Pensione anticipata per malattia mentale o tumore 2021

Pensione anticipata per malattia 2021 per invalidità e inabilità civile

La pensione anticipata per malattia 2021 può essere riconosciuta nei casi in cui la malattia determini invalidità o inabilità a lavoro. Stando a quanto previsto dalle norme in vigore, possono andare in pensione anticipata per malattia 2021: 

  • gli uomini con 61 anni di età e almeno 20 anni di contributi e le donne con 56 anni di età e almeno 20 anni di contributi a condizione di avere una invalidità civile riconosciuta non inferiore all’80%;
  • invalidi civili non vedenti, per cui i requisiti per andare in pensione anticipata sono di 56 anni di età per gli uomini e di 51 anni per le donne e con 20 anni di contributi per tutti;
  • invalidi per malattia cronica, patologia che non prevede guarigione o miglioramenti e che rimane stabile nel tempo o tende a peggiorare;
  • per malattia grave tale da causare inabilità a lavoro e in tal caso si può andare in pensione anticipata a condizione di aver maturato almeno 5 anni di contributi di cui almeno 3 versati nell’ultimo quinquennio.

Per andare in pensione anticipata per malattia 2021 a causa di invalidità civile presentare apposita domanda direttamente all’Inps o direttamente sul sito Inps online, o rivolgendosi a Caf o Patronati, o contattando il numero verde Inps insieme a certificazione medica di invalidità riconosciuta e relativa percentuale che deve essere stata rilasciata esclusivamente da apposita commissione Asl.

Pensione anticipata per malattia 2021 con Ape social

E’ possibile andare in pensione anticipata per malattia 2021 se si soddisfano i requisiti per l’Ape social, sistema che permette di andare in pensione a 63 anni di età, e dunque 4 anni prima dei 67 anni richiesti per la pensione di vecchiaia, e avendo maturato almeno 30 anni di contributi a lavoratori con una invalidità riconosciuta pari o superiore al 74%.

Per andare in pensione anticipata 2021 per malattia con Ape social, il lavoratore deve essere iscritto alla gestione separata Inps o all’assicurazione obbligatoria dei lavoratori dipendenti, ai fondi sostitutivi dell’Ago o alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi e la domanda per l’Ape social deve essere presentata all’Inps insieme alla domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso all'Ape sociale, compresa la cessazione dell'attività lavorativa.

Le domande, sia di riconoscimento delle condizioni per l'accesso all'Ape social e sia di accesso alla pensione anticipata, devono essere indirizzate alle sedi Inps di competenza.

Pensione anticipata per malattia mentale o tumori 2021

Possono andare in pensione anticipata per malattia 2021 a 60 anni di età invece che a 67 anni coloro a cui viene riconosciuto di essere affetti da malattie mentali.

E’ però possibile andare in pensione anticipata 2021 per malattia mentale solo se quest’ultima causa al soggetto una invalidità superiore al 74%, per esempio si può andare in pensione anticipata per malattia nel 2021 per sindrome depressiva endogena grave o per psicosi ossessiva, per cui è previsto il riconoscimento di una invalidità dal 71% all’80%.

Nessuna possibilità di pensione anticipata 2021 per i malati di tumore. Non è, secondo la legge italiana, la condizione di malattia oncologica a determinare per un soggetto la possibilità di andare in pensione prima, quanto una eventuale invalidità che può derivare dalla malattia oncologica.

Si può andare, dunque, in pensione anticipata per malattia se si ha un tumore se quest’ultimo causa grave invalidità o totale impossibilità di svolgere una qualsiasi attività lavorativa. Stando a quanto previsto dalle norme attuali, ai malati oncologici viene riconosciuta l’invalidità civile nelle seguenti percentuali: 11%, 70% e 100% e se il grado di riconoscimento dell’invalidità civile è compreso tra il 74% e il 99% o è del 100% il malato ha diritto ad assegno di invalidità o pensione di inabilità. Anche in questi casi la domanda per la pensione anticipata per malattia 2021 deve essere presentata direttamente all’Inps. 


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il