Auto a chilometri zero, grande successo. Spendere realmente meno e cosa valutare

Auto a Km Zero e non solo, gli affari sono dietro l'angolo, ma occorre prestare la massima attenzione ad una serie di variabili

Auto a chilometri zero, grande successo.

Auto a chilometri zero: affari dietro l'angolo


Le auto a chilometri zero hanno dei punti di forza che appaiono chiari, ma anche degli svantaggi ed elementi di debolezza che bisogna conoscere per fare un acquisto mirato e giusto, senza sorprese. Certamente sono un fenomeno sempre più in crescita, dove si possono fare potenzialmente ottimi affari.
 

Il mercato delle auto sia a Km zero che quelle usate sia Km zero che non risulta essere in crescita con interessati dati sull'età media e sui costi delle auto ma potrebbe velocemente cambiare tutto se dovessero entrare in gioco e divenire legge due elementi.

Sarà perché la crisi non è ancora definitivamente alle spalle o anche per il gusto di poter acquistare un modello più recente a costo contenuto, ma il mercato delle auto usate continua a registrare in Italia numeri positivi. Entrando nei dettagli dei dati più recenti forniti dall'Osservatorio di AutoScout24, vengono fuori alcune tendenze importanti. Quanto ad esempio sono vecchie le auto usate che circolano sul mercato?

Se la media rilevata è di 6,7 anni, un quarto di essere supera i 10 anni. Se ne deduce che se c'è una ragione per cui si tende a cambiare l'auto ovvero a scegliere un modello usato è innanzitutto per necessità. Sul fronte dei costi non i registrano scossoni di rilievo e il calo (0,1%) è pressoché impercettibile. Ma sono soprattutto i passaggi di proprietà nel terzo trimestre di quest'anno, schizzati al +6,4% che fanno ben sperare per i prossimi mesi. Tra aprile e giugno sono state 686.400 le auto usate che hanno cambiato proprietario.

Tuttavia è pur vero che la scelta di un mezzo di seconda mano, acquistato da un privato o da un concessionario, potrebbero non convenire più. Tutto dipende dalla direzione che prenderanno le norme allo studio ovvero se vedranno effettivamente il traguardo. Da una parte si ragiona infatti sull'idea di legare l'importo del bollo auto all'inquinamento prodotto e per molti proprietari diventerebbe più conveniente acquistare un mezzo nuovo e più pulito ammortizzando nel tempo l'impegno di spesa. Dall'altra sono in via di valutazioni sconti sull'assicurazione auto nel caso di acquisto di vetture nuove. In pista c'è anche l'ammortamento per i nuovi veicoli. La misura, che coinvolgerebbe l'acquisto di veicoli nuovi, sarebbe pensata per incentivare gli investimenti in beni strumentali nuovi attraverso il riconoscimento di una maggiorazione della deduzione ai fini della determinazione di Ires e Irpef. Si tratterebbe evidentemente di provvedimenti che mal si concilierebbero con il mercato delle auto usate.

I prezzi in base alle città

Ed è pur vero che non tutte le città e ogni regioni mostra gli stessi prezzi delle auto usate. Molto semplicemente ci sono regione in cui conviene di più e altre in cui di meno acquistare un veicolo di seconda mano. Se il prezzo medio è di 12.270 euro, questa è la situazione nei capoluoghi di regione:

  1. Trieste 15.880 euro
  2. Milano 14.950 euro
  3. Venezia 14.920 euro
  4. Bologna 14.855 euro
  5. Roma 13.665 euro
  6. Campobasso 13.020 euro
  7. Cagliari 12.540 euro
  8. Trento 12.510 euro
  9. Firenze 12.410 euro
  10. Potenza 11.700 euro
  11. Perugia 11.550 euro
  12. Torino 11.500 euro
  13. Palermo 11.480 euro
  14. Bari 11.170 euro
  15. Ancona 10.985 euro
  16. Aosta 10.630 euro
  17. Catanzaro 10.175 euro
  18. L'Aquila 10.035 euro
  19. Napoli 9.980 euro
  20. Genova 9.100 euro

Le auto a Km zero

I numeri diffusi in questi ultimi giorni dimostrano anche come la fascia di mercato del cosiddetto km 0 sia in crescita. Il principale vantaggio è rappresentato dal risparmio. Rispetto al costo di listino di un modello appena uscito dalla fabbrica, la riduzione è evidente e raggiunge diverse migliaia di euro. Già, ma cosa si intende per auto a km 0? Ci sono delle limitazioni rispetto alle altre? Presentano difetti o problemi? Sono consigliate a una utenza ben precisa? La risposta a tutte queste domande è no poiché si tratta di veicoli della stessa qualità di quelli ordinati da una qualsiasi concessionaria. La sola differenza è il loro essere già pronti, chiavi in mano, magari in esposizione nel salone, e senza possibilità di personalizzazione. La denominazione è km 0 proprio perché il chilometraggio è nullo.

Vi sono una serie di vantaggi e svantaggi, di pro e contro da ponderare bene anche per le auto a Km zero. SIcuramente il prezzo è molto interessante, con un circa 25% in meno rispetto a quello a cui le auto vengono vendute. Inoltre il modelllo è subito disponibile, non bisogna aspettare mesi o tante settimane. E poi l'assicurazione è con dei meccanismi di estensione dati gratuitamente da quasi tutte le case madri o concessionarie uguale a quella di fabbrica.

Ci sono anche dei contro da considerare, ovvero che la permuta o la rottamazione con i vari incentivi, non vengono offerti così come i finanziamenti agevolati o le assicurazioni a costo zero o molto scontate che di solito si trovano quando si comprano le auto  nuove. E poi, chiaramente, bisogna comprare l'auto così come si trova al concessionario, senza la possibilità di modificarla e personalizzarla.