BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Banche italiane: aumento capitale per Unicredit e Ubi per stress test contro crisi

La situazione banche italiane: cosa sta succcedendo



Non essendo riuscita ad aumentare il capitale nei mesi scorsi, UniCredit dovrà ora raccogliere 14,77 miliardi di euro, che rappresentano il fabbisogno complessivo del sistema creditizio italiano dalla European Banking Authority.

Da UniCredit hanno fatto sapere che si sta lavorando per individuare le azioni di capital management utili per raggiungere gli obiettivi del gruppo, che terranno conto delle indicazioni pervenute dall'Eba. Considerando i Cashes (una sorta di obbligazioni subordinate che hanno la caratteristica di essere convertibili nelle azioni UniCredit), secondo Unicredit, il fabbisogno di capitale si riduce a 4.396 milioni di euro.

La cifra che, invece, dovrà raccogliere Ubi Banca è di 1,48 miliardi di euro. La Banca si dice fiduciosa che, grazie alla combinazione della riserva costituita dal prestito convertibile, del passaggio progressivo al modello advanced, dell'azione di deleveraging (riduzione della leva finanziaria) e di un coerente autofinanziamento, potrà essere in grado di soddisfare il nuovo requisito di Core Tier 1 del 9% senza ricorrere al mercato.

Non dovrà, invece, rafforzare il proprio patrimonio Intesa Sanpaolo per cui l'Eba ha confermato l'adeguatezza del patrimonio anche grazie all'aumento di capitale da 5 miliardi varato lo scorso aprile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il