BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: ha vinto la linea del Ministro Padoan, fallite proposte Baretta, Poletti, Damiano

Nessuna novità sulla riforma pensioni, nessun piano di uscita anticipata, nessun aumento delle pensioni minime: no interventi pensioni in nuova Legge di Stabilità




Nessuna novità sulla riforma pensioni, nessun piano di uscita anticipata, nessun aumento delle pensioni minime, e nessuna cancellazione delle penalizzazioni per chi decide di andare in pensione prima dei 62 anni. Nessun singolo intervento nemmeno per quelle categorie di lavoratori, come precoci e usuranti, per cui si pensava sarebbe arrivata qualche novità. Nulla di fatto nella nuova Legge di Stabilità del governo Renzi su modifiche alle pensioni, nulla di tutto ciò che in questi mesi è stato proposto da ministro del Lavoro Poletti, Cesare Damiano e sottosegretario Baretta, è stato discusso ieri.

Fuori dalle misure della Legge di Stabilità anche una eventuale soluzione strutturale, che sarebbe stata per tutti, ma in particolar modo per chiudere definitivamente il caso esodati, ed anche soluzioni per i Quota 96 della scuola. Ma si tratta di un ‘fallimento’ annunciato: nei giorni immediatamente precedenti la presentazione della Legge di Stabilità, si era infatti parlato con sospetto del silenzio da parte del premier Renzi e del ministro dell’Economia Padoan sulla questione previdenziale.

E del resto lo stesso ministro dell’Economia aveva ribadito il suo essere contrario all’abbassamento dell’età pensionabile, come approvato in Germania, per una riforma pensioni Renzi, perché l’Italia non è in un momento maturo tale da approvare un provvedimento del genere. E, al contrario, aveva anche parlato di alzare l’età per l’uscita pensionistica nonché i requisiti.

Le ultime speranze di probabili modifiche si concentrano ora in queste ultime settimane di ottobre, in vista del giudizio di Bruxelles sulla Legge di Stabilità Renzi, che dovrebbe arrivare entro il 29 ottobre, quando la Manovra continuerà ad essere discussa in Parlamento e potrebbero essere presentati ulteriori emendamento quanto meno per cambiamenti per determinate categorie di lavoratori fortemete penalizzati dall’attuale legge Fornero.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il