BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse università 2012-2013 per studenti in corso e fuori corso dopo Spending Review Monti

Aumento tasse universitarie: cosa cambia



La misura era stata annunciata e poi confermata con il sì al decreto sulla spending review e prevede il pagamento delle tasse universitarie più alte sia per gli studenti in corso e sia soprattutto per i fuori corso.

Aumenta, infatti, la tassa regionale per il diritto allo studio, quasi raddoppiata rispetto allo scorso anno, ma solo dal prossimo anno. Le tasse potranno aumentare fino a +25% per i fuoricorso con reddito familiare sotto i 90mila euro, fino a +50% con reddito tra 90mila e 150mila euro, e fino a +100% con un reddito oltre i 150mila euro. Inoltre, dal 2013 per chi ha un reddito familiare sotto i 40mila euro l’aumento delle tasse non potrà superare l’incremento dell’inflazione.

Al momento dell’iscrizione, qualunque sia il corso di laurea, bisogna versare la prima di tre rate della retta annuale, che sarà calcolata in proporzione al reddito e al patrimonio familiare, che viene dichiarato con il modello Iseeu, indicatore della situazione economica equivalente.

L’Università prevede cinque fasce Iseeu e sotto gli 8.058 euro annui di Iseeu, il contributo è zero, ma bisogna pagare 14,62 euro di bollo virtuale e 140 euro di tassa regionale per il diritto allo studio (l’anno scorso era di 77 euro a studente). Quest’ultimo importo finisce nelle casse dell’Adisu, l’agenzia regionale per il diritto allo studio, per i servizi alloggio, mensa e le borse di studio.

La procedura è accessibile esclusivamente online, attraverso il portale dell’Università, e prevede il pagamento immediato di una prima tranche, entro il 9 novembre per i corsi di laurea ad accesso libero e variabile, a seconda del bando di concorso, per quelli a numero programmato. La seconda rata rappresenta il saldo della seconda, mentre la terza e ultima tranche varia in rapporto al merito, cioè più esami danno gli studenti e meno pagheranno.

 
Autore:

Marcello Tansini

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il