Moratoria debiti e mutui per le imprese: come fare.

Come fare a richiedere la moratoria e chi può usufruirne



L’ABI ha ufficializzato la tipologia di piccole e medie imprese che vogliono aderire all'agevolazione bancaria. Si tratta della moratoria che congela i debiti delle Pmi ed inoltre ha chiarito le modalità per richiedere questa moratoria sui debiti a lungo termine. La moratoria interesserà le quote capitale delle rate dei mutui ipotecari, compresi quelli agrari, ma che si riferiscano a finanziamenti di durata superiore ai 18 mesi.

Le quote capitale delle rate sospese dovranno essere rimborsate dalle imprese al termine del periodo di sospensione, con lo stesso tasso contrattuale e la stessa periodicità e durante la sospensione le imprese dovranno pagare la quota interesse delle rate sospese. Rientrano nella moratoria anche i mutui cartolarizzati. Non rientrano, invece, nella moratoria i prestiti cambiari e quelli personali all'imprenditore, ma solo quelli stipulati nell'esercizio dell'attività di impresa e per la gestione aziendale.

Anche le ditte individuali potranno, dunque, chiedere la sospensione di 12 mesi dei propri debiti con banche e intermediari. In caso di gruppo, infatti, la verifica del possesso dei requisiti per accordare la moratoria, sarà effettuata sempre ed esclusivamente sul bilancio civilistico e non su quello consolidato. Non rientrano nella moratoria neanche i finanziamenti ottenuti con agevolazioni pubbliche.

Sono, invece, esclusi dall’allungamento delle scadenze, i finanziamenti all'importazione, quelli su anticipazioni su contratti, le operazioni di anticipo di flussi export e quelle di credito agrario con scadenza annuale. In base all'accordo (già operativo), si può chiedere (entro il 30 giugno 2010) la sospensione o l'allungamento del termine di scadenza di operazioni di mutuo, ipotecari e non, in essere alla data del 3 agosto 2009, di qualunque specie (compresi, per esempio, quelli agrari), purché non si riferiscano a finanziamenti in origine a breve termine (di durata, cioè, non superiore a 18 mesi) e sempre che il loro rimborso sia regolato sulla base di un apposito piano di ammortamento. Sono esclusi dal beneficio i finanziamenti e le operazioni creditizie e finanziarie con agevolazione pubblica.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il