Divorzio assistenza legale è obbligatoria o no. Quando si può non avere avvocati

Quali sono i casi in cui l’assistenza legale è obbligatoria nelle cause di divorzio: procedure possibili e cosa sapere

Divorzio assistenza legale è obbligatoria o no. Quando si può non avere avvocati

E’ sempre necessaria l’assistenza legale nei casi di divorzio?

Nei casi di divorzio l’assistenza legale non è sempre obbligatoria. Tutto dipende dalla procedura di divorzio che si sceglie di seguire e la decisione di optare per una procedura di divorzio piuttosto che per un’altra implica insieme all’assistenza legale anche una differenza di costi per il divorzio che potrebbe risultare notevole.

 

Quando si decide di divorziare, dal momento della separazione, ci si chiede a quale avvocato sia meglio rivolgersi o quale sia la strategia migliore da adottare per poter raggiungere un accordo tra i due ex coniugi senza troppe lungaggini amministrative e legali.

Oggi una grande possibilità di porre fine al proprio matrimonio, se ben convinti della scelta fatta, senza aspettare troppo tempo è data dalla nuova procedura del divorzio breve che rispetto al passato riduce notevolmente i tempi per porre fine all’unione coniugale. Ma è sempre necessaria l’assistenza legale nei casi di divorzio?

  • Assistenza legale nel divorzio consensuale con negoziazione assistita
  • Assistenza legale nel divorzio consensuale in Comune
  • Assistenza lega nel divorzio giudiziale

Assistenza legale nel divorzio consensuale con negoziazione assistita

Per divorziare oggi, con l’avvento del divorzio breve, è possibile scegliere tra diverse procedure che permettono di porre fine all’unione matrimoniali, se ben consapevoli della decisione presa e di cosa un divorzio possa implicare nel rapporto tra ex coniugi.

Una delle nuove modalità possibili da scegliere nei casi di divorzio ma solo se consensuale è quello della negoziazione assistita. Il divorzio consensuale prevede che i due coniugi abbiano maturità e consapevolezze tali da permettere di raggiungere un accordo sulle principali questioni legali allo scioglimento del matrimonio in tutta tranquillità e serenamente. Si parla di questioni come:

  • affidamento dei figli;
  • separazione dei beni nei casi di fine di matrimoni in comunione di beni;
  • assegnazione della casa coniugale;
  • assegno di mantenimento.

Se il divorzio è consensuale, dunque, si può scegliere di ricorrere alla negoziazione assistita. In questo caso l’assistenza legale è obbligatoria, con gli eventuali costi che un divorzio implica con gli avvocati, ma i coniugi che scelgono di ricorrere alla negoziazione assistita possono scegliere anche se avere o meno gli stessi legali. Questa procedura di divorzio non è molto lunga e vi si può ricorrere anche se la coppia ha avuto figli.

Assistenza legale nel divorzio consensuale con accordo in Comune

Altra possibilità di divorzio prevista oggi dalla legge italiana è quella di ricorso ad accordi di divorzio semplicemente recandosi in Comune. In questo caso, l’assistenza legale non è obbligatoria, basta solo, infatti, che la coppia dichiari davanti al sindaco la volontà di divorziare e degli accordi raggiunti sulle principali questioni legate al divorzio, sopra già riportate.

L’unico limite di questa procedura è che è molto limitata: è vero, infatti, che non prevede obbligo di assistenza legale e implica costi totali davvero irrisori (appena 16 euro) ma può essere scelta solo ed esclusivamente da coppie che non hanno avuto figli.

Assistenza legale nel divorzio giudiziale

E’ invece assolutamente obbligatoria l’assistenza legale nel caso di divorzio giudiziale con ricorso in Tribunale: questa procedura è molto più lunga e anche più costosa delle precedenti e vi si ricorre nel momento in cui i due coniugi non raggiungono accordi sulle principali questioni legate alla fine del matrimonio per cui uno dei due coniugi presenta ricorso in Tribunale.

In tal caso è necessaria la presenza di avvocati che seguano l’evolversi della causa, da tentativi di accordi a udienze, a incontri con i clienti. Più lunghi risultano i tempi della causa di divorzio, più impegno ci mettono gli avvocati e più alto sarà il costo per i coniugi.

Si stima che con cause di divorzio in Tribunale con assistenza lega, i costi di un divorzio possano arrivare a superare anche i 10-15mila euro e il costo maggiore della cifra totale è destinata proprio all’assistenza legale.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie