Posso rifiutarmi di andare al lavoro e fare solo smart working per problemi di salute o sicurezza

L'utilizzo di strumenti tecnologici consente all'azienda di fare di più in minor tempo e di migliorare la comunicazione. Ma come metterla con salute e sicurezza?

Posso rifiutarmi di andare al lavoro e f

Smart working: posso rifiutarmi di andare al lavoro per problemi di salute?

Condizione fondamentale per accedere allo smart working è l'accordo tra le parti: datore e lavoratore. Nessuna delle due può imporre il lavoro a distanza. Nel caso di timori per la salute o per la sicurezza, il dipendente può rafforzare la propria richiesta mostrando un certificato medico che attesti la condizione.

Sempre più smart working nel mondo del lavoro italiano. Ma sebbene questa nuova impostazione dei rapporti di lavoro non sia una novità assoluta, sono ancora molti gli aspetti da chiarire. Pensiamo ad esempio a chi avverte problemi di salute o per ragioni di sicurezza chiede di lavorare a distanza, naturalmente se il tipo di impiego lo consente: è un diritto oppure no?

Lo smart working è un tipo di gestione del lavoro in cui la produttività non è legata al luogo in cui i dipendenti esercitano la propria attività. In altre parole, grazie a Internet e agli strumenti digitali che semplificano la comunicazione e la gestione, possono collaborare al progetto aziendale anche se si trovano a distanze notevoli, non si incontrano mai con gli altri collegi, e non sono coinvolti in lavori part time o full time.

Non conta il tempo ma le contingenti esigenze richieste dal singolo progetto. Un'azienda ha bisogno di una struttura organizzata e di una cultura aziendale specifica per trarre vantaggio dallo smart working. E, soprattutto, gli imprenditori devono essere consapevoli del ruolo guida delle tecnologie per renderle redditizie.

Gli strumenti digitali, come app mobili, piattaforme di co-working, social media, spazi cloud e così via, sono essenziali per coordinare e monitorare il team. Vediamo quindi:

  • Smart working: posso rifiutarmi di andare al lavoro per problemi di salute
  • Sicurezza, efficienza e produttività ai tempi dello smart working

Smart working: posso rifiutarmi di andare al lavoro per problemi di salute

Condizione fondamentale per accedere allo smart working è l'accordo tra le parti: datore e lavoratore. Nessuna delle due può imporre il lavoro a distanza. Nel caso di timori per la salute o per la sicurezza, il dipendente può rafforzare la propria richiesta mostrando un certificato medico che attesti la condizione.

Con persone che lavorano da casa, l'azienda non ha più bisogno di una sede. Quindi, non deve affrontare tutti i relativi costi. L'azienda non ha inoltre bisogno di un team permanente di dipendenti.

Lo smart working si basa sull'outsourcing di compiti a professionisti esterni che vengono coinvolti nel progetto solo quando necessario e per il tempo necessario al raggiungimento degli obiettivi. Diverso è il caso dei dipendenti per cui le normative italiane sul lavoro assicurano parità di trattamento tra presenza fisica e lavoro a distanza.

Sicurezza, efficienza e produttività ai tempi dello smart working

L'utilizzo di strumenti tecnologici consente all'azienda di fare di più in minor tempo e di migliorare la comunicazione. Grazie alle tecnologie, i lavoratori intelligenti possono condividere dati e accedere alle informazioni ogni volta che vogliono, senza fermarsi a svolgere il proprio lavoro.

Questa accessibilità fa risparmiare tempo e semplifica l'attività. Utilizzando lo smart working le aziende sono in grado di adattarsi rapidamente ai cambiamenti del mercato. Inoltre, l'uso delle tecnologie li pone un passo avanti rispetto ai concorrenti.

L'applicazione delle regole dello smart working influenza molti aspetti dell'attività. Vediamo miglioramenti nel coinvolgimento dei dipendenti e nel sistema premiante. Verifichiamo l'implementazione della formazione attraverso attività virtuali che creano una realtà a distanza in cui i lavoratori possono interagire tra loro facilmente e rapidamente.

App mobili, piattaforme online, software gestionali e social network consentono di gestire l'automazione dei processi aziendali, guidare e controllare la comunicazione tra i membri del team, monitorarne la produttività e motivarli. In questo modo le aziende possono ottenere risultati con una serie di vantaggi rispetto alle aziende tradizionali.

Possono accedere a risorse precedentemente considerate irraggiungibili, ad esempio manodopera altamente qualificata residente all'estero. Riducono i costi perché non necessitano di uffici permanenti e personale fisso. Possono essere competitivi sui mercati più ampi, grazie alla rapidità di riorganizzazione.

Per rendere davvero efficace la collaborazione, il team deve sentirsi realmente impegnato nei progetti delle aziende e deve essere disponibile ad utilizzare gli strumenti tecnologici. Per gli imprenditori vecchio stile questo nuovo modello di business può però sembrare transitorio.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il