Quali dispositivi medici sono detraibili nel 730?

Tante sono le spese sanitarie detraibili nel modello 730. Una lunga lista di dispositivi medici, che va dalle lenti a contatto ai materassi ecc. Ecco, tutte le indicazioni sui dispositivi medici detraibili disposte dell’Agenzia delle Entrate.

Quali dispositivi medici sono detraibili nel 730?

Cosa significa dispositivi medici detraibili?

Il contribuente che ha sostenuto i costi per diversi dispositivi medici, può portali in detrazione richiedendo un rimborso nel modello 730. Vengono considerati come dispositivi medici detraibili, gli apparecchi necessari per diagnosticare, prevenire oppure controllare e trattare specifiche patologie. Per portare in detrazione l’apparecchio deve contenere il marchio CE, cioè deve essere conforme a tutte quelle norme che ne disciplinano sia la produzione sia l’impiego. 

I dispositivi medici detraibili, rappresentano un valido sostegno per tutti i malati e per i loro familiari, costretti a sostenere spese onerose per garantirsi delle cure sanitarie, oppure per poter gestire una determinata patologia. Portare in detrazioni il costo dei dispositivi medici, significa, avere la possibilità di ricevere un rimborso per le spese sostenute per un determinato apparecchio o strumento medico, necessario per la vita del malato, che sia in grado di tenere sotto controllo determinate situazioni derivanti da patologie gravi.

Quali dispositivi medici sono detraibili nel 730?

Secondo quanto riportato dalla Direttiva CE n. 93/42/CEE per dispositivi medici si intende:

“qualunque strumento, apparecchio, impianto, software, sostanza o altro prodotto, utilizzato da solo o in combinazione, compreso il software destinato dal fabbricante ad essere impiegato specificamente con finalità diagnostiche o terapeutiche e necessario al corretto funzionamento del dispositivo, destinato dal fabbricante ad essere impiegato sull'uomo a fini di diagnosi di:

  • intervento sul concepimento, il quale prodotto non eserciti l'azione principale, nel o sul corpo umano, cui è destinato, con mezzi farmacologici o immunologici né mediante processo metabolico ma la cui funzione possa essere coadiuvata da tali mezzi;
  • diagnosi, controllo, terapia, attenuazione o compensazione di una ferita o di un handicap;
  • diagnosi di prevenzione, controllo, terapia o attenuazione di una malattia;
  • studio, sostituzione o modifica dell'anatomia o di un processo fisiologico.”

Le spese da dedurre relative ai dispositivi medici vengono chiarite dall’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 7/E del 4 aprile 2017.  Il contribuente per richiedere la detrazione fiscale dovrà essere in possesso dei seguenti documenti, quali:

  • scontrino fiscale oppure fattura, dal quale si evince in modo esaustivo tutta la descrizione del prodotto, con l’indicazione del codice fiscale del soggetto che lo acquista.

È valido lo scontrino o fattura che contiene la forma: “dispositivo medico”? No, non viene riconosciuto come documento valido ai fini della detrazione.

Quale tipologia di protesi si può portare in detrazione? Secondo la circolare dell’Agenzia delle Entrate, si possono portare in detrazione non solo le spese sostenute per la sostituzione di un organo naturale ecc., ma rientrano, i correttivi oppure gli ausiliari di un organo, come possono essere i seguenti dispositivi, quali:

  • apparecchi di protesi dentaria, oculistica, fonetica ecc;
  • occhiali da vista e lenti a contatto ecc.;
  • apparecchi per facilitare l’audizione ai sordi ecc.;
  • arti artificiali e apparecchi di ortopedia, nonché fratture, busti, stecche, stampelle, bastoni canadesi, carrozzelle, ecc.;
  • apparecchi da inserire nell’organismo per compensare una deficienza o un’infermità, come ad esempio le protesi cardiache ecc.

I dispositivi medici detraibili, più usuali riportati nella circolare n. 20 del 2011, sono:

  • materassi antidecubito, ecc.;
  • macchina per aerosolterapia;
  • apparecchio per la misurazione della pressione arteriosa del sangue;
  • siringhe e aghi;
  • ausili per incontinenti, pannoloni ecc.

La parrucca rientra come dispositivi medici detraibili? Si, rientra nelle spese da portare in detrazione, se acquistata per compensare un danno estetico, derivante da una specifica patologia. È necessario, che l’acquisto venga supportato da una prescrizione medica.

Le apparecchiature per la fisiokinesiterapia rientrano tra i dispositivi medici detraibili? Si, sono spese detraibili. Vengono considerate apparecchiature mediche, gli strumenti per la magnetoterapia, apparecchio medicale per laserterapia ecc. 

Autore: Antonella Tortora
pubblicato il