Si ha diritto agli assegni familiari quando si è in pensione o no. I casi secondo leggi 2021

Pensionati e diritto a percepire agli assegni familiari: a chi spetta la prestazione e cosa prevedono leggi in vigore

Si ha diritto agli assegni familiari qua

Si ha diritto agli assegni familiari quando si è in pensione?

Gli assegni familiari spettano, dunque, a chi è in pensione ma solo nel caso in cui si tratta di titolari di pensione a carico del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, dei Fondi speciali di previdenza e dell’Enpals che abbiano un reddito complessivo al di sotto delle fasce stabilite ogni anno per legge. Non hanno, infatti, diritto agli assegni familiari i titolari di pensione a carico delle Gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri).
 

Si ha diritto agli assegni familiari quando si è in pensione? Gli assegni familiari sono prestazioni economiche che vengono erogate dall'Inps ai nuclei familiari di alcune categorie di lavoratori e sono di importo variabile in base a composizione del nucleo familiare, a seconda della presenza di quanti figli vi siano in famiglia, e agli importi che annualmente vengono definiti dall'Inps di assegni familiari in apposita tabella. 

  • Si ha diritto agli assegni familiari quando si è in pensione o no
  • Assegni familiari quando si è in pensione come richiederli

Si ha diritto agli assegni familiari quando si è in pensione o no

Stando a quanto previsto dalle leggi 2021, si ha diritto agli assegni familiari quando si è in pensione. Le norme in vigore prevedono, infatti, che possano richiedere gli assegni familiari: 

  • lavoratori dipendenti;
  • titolari di pensioni;
  • titolari di prestazioni economiche previdenziali da lavoro dipendente; 
  • lavoratori assistiti dall’assicurazione contro la tubercolosi.

Gli assegni familiari spettano, dunque, a chi è in pensione ma solo nel caso in cui si tratta di titolari di pensione a carico del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, dei Fondi speciali di previdenza e dell’Enpals che abbiano un reddito complessivo al di sotto delle fasce stabilite ogni anno per legge.

Non hanno, infatti, diritto agli assegni familiari i titolari di pensione a carico delle Gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri). Inoltre, gli assegni familiari vengono corrisposti dall'Inps, previa apposita presentazione di domanda, ai pensionati che, però, rientrano in determinate soglie di reddito.

Assegni familiari quando si è in pensione come richiederli

Per avere gli assegni familiari, i titolari di pensione Inps devono presentare apposita domanda all'Inps esclusivamente in via telematica alla sede che ha in carico la prestazione, allegando una dichiarazione reddituale che attesti i redditi del nucleo familiare e un'autocertificazione attestante la composizione del nucleo.

L’erogazione dell’assegno familiare decorre dalla data di inizio della pensione o dalla data richiesta, se successiva alla decorrenza della prestazione pensionistica, e fino alla fine del mese in cui cessa il diritto alla prestazione, e il pagamento avviene insieme alla rata di pensione.


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il