Aumento stipendio badante, come cambia busta paga con salario minimo e taglio cuneo fiscale

di Marianna Quatraro pubblicato il
Aumento stipendio badante, come cambia b

taglio cuneo fiscale salario minimo stipendio badante

Aumento stipendio delle badanti con salario minimo potrebbe scoraggiare famiglie: cosa cambierebbe e di quanto

Come influirebbe il taglio del cuneo fiscale e il salario minimo su stipendio badante e famiglie? Le novità fiscali e relative ai cambiamenti degli stipendi in discussione al governo potrebbero avere un importante impatto sugli stipendi delle badanti con relative conseguenze per le famiglie tra nuovo taglio del cuneo fiscale, per ridurre le tasse e garantire più soldi in busta paga al netto, e introduzione del salario minimo, importo minimo che deve essere garantito ai lavoratori come paga oraria da datori di lavoro e aziende. Vediamo cosa cambierebbe per badanti e famiglie. 

  • Taglio cuneo fiscale e salario minimo cosa cambia per badanti e famiglie 
  • Stipendi attuali badanti al mese e all’ora quali sono

Taglio cuneo fiscale e salario minimo cosa cambia per badanti e famiglie 

Secondo dati recenti resi noti dall'Inps, sono più di 5 milioni i lavoratori italiani dipendenti che percepiscono uno stipendio mensile inferiore ai mille euro al mese. Tra questi rientrano anche le badanti inquadrate in specifici livelli e che percepiscono tra gli 800 e i 900 euro al mese. La maggior parte dei lavoratori domestici percepisce una retribuzione di meno di 9 euro lordi all'ora. 

Se dovesse essere effettivamente approvata l'introduzione di un salario minimo in Italia, si dovrebbe garantire ad ogni lavoratore, con qualsiasi Ccnl assunto, un reddito minimo pari al 50-60% dello stipendio medio lordo, e sarebbero circa 1.250 euro al mese per poco meno di 8 euro lordi all'ora. Ma se si rimanesse, come si sta discutendo, sul salario minimo di importo di 9 euro all'ora i costi potrebbero diventare alti per imprese e famiglie che devono assumere badanti.

Con l'introduzione del salario minimo a 9 euro, una badante potrebbe arrivare a guadagnare 2mila euro al mese che potrebbero arrivare anche a 2.500-3mila euro al mese nel caso di badanti conviventi 24 ore su 24 e si tratterebbe di stipendi che per le lavoratrici sarebbero certamente un grande traguardo e una grande soddisfazione ma che le famiglie difficilmente potrebbero sostenere, scoraggiandole ad assumere badanti, sia non conviventi che soprattutto conviventi. 

Se, però, l'introduzione del salario minimo fosse 'mitigato' da un effettivo taglio del cuneo fiscale, con una riduzione dellme tasse da pagare, allora la situazione potrebbe leggermente cambiare ma comunque per le famiglie i costi di una badante diventerebbero decisamente più alti rispetto a quelli attuali.

Stipendi attuali badanti al mese e all’ora quali sono

Gli stipendi attualmente previsti per le badanti in base ai livelli di inquadramento sono i seguenti: 

  • per il Livello D Super, 1232,33 euro e per assistenza notturna 1417,21 euro;
  • per il Livello D, 1173,65 euro;
  • per il Livello C Super, 997,71 euro e per assistenza notturna 1147,24 euro;
  • per il Livello C, 938,94; 680,71 se conviventi e fino a 30 ore settimanali;
  • per il Livello B Super, 880,24 euro, per assistenza notturna 1012,27 euro, 616,18 se conviventi, fino a 30 ore settimanali;
  • per il Livello B, 821,56 euro, 586,83 euro se conviventi e fino a 30 ore settimanali;
  • per il Livello A Super, 762,88 euro;
  • per il Livello A 645,50 euro.

La retribuzione oraria attuale di una badante (non convivente) è, invece, la seguente:

  • 4,69 euro per Livello A;    
  • 5,53 euro per Livello AS;  
  • 5,86 euro per Livello B;    
  • 6,22 euro per Livello BS;   
  • 6,57 euro per Livello C; 
  • 6,93 euro per Livello CS;    
  • 7,99 euro per Livello D;    
  • 8,33 euro per Livello DS.