Multe auto aumentano i costi della notifica oltre a quelli giÓ scattati

di Chiara Compagnucci pubblicato il

Aumentano i costi della notifica per un importo fisso di 3 euro e si tratta di una piccola rivoluzione. La multa auto si paga a caro prezzo.

Multe auto aumentano i costi della notif

Multe auto pi¨ care di 3 euro

Prendere una multa è adesso più costosa rispetto al passato. Ed esattamente di 3 euro come importo fisso. Succede perché sono state ritoccate verso l'altro le spese di notifiche della famosa busta verde contenente l'infrazione contestata e la sanzione comminata. L'aumento delle tariffe di Poste Italiane riguarda naturalmente tutti gli atti giudiziari e non solo le multe stradali.

Ma c'è già chi vede dietro a questa decisione una strategia ben precisa perché, nuove regole 2019 alla mano, è da mettere in conto la crescita del numero di spedizioni per ciascun verbale con conseguente aumento degli introiti per il gruppo postale e di spesa per gli automobilisti che hanno commesso infrazione. Scopriamo perché.

Multe auto più care di 3 euro, cosa comporta

Aumentano dunque i costi della notifica delle multe auto, oltre a quelli già scattati, per un importo fisso di 3 euro. E come premesso, si tratta di una piccola rivoluzione, se non altro perché il ritorno della spedizione della Comunicazione di avvenuta notifica (Can) lascia immaginare la moltiplicazione degli invii. A suscitare perplessità è proprio la spesa fissa di 3 euro, qualunque sia la multa da pagare.

Per intenderci, sia nel caso di eccesso di velocità di 60 chilometri orari per cui è prevista la sanzione di 847 euro e sia di cambiamento del disco orario per cui è prevista la più lieve multa di 26 euro, la cifra aggiuntiva è la stessa, fino ad arrivare al paradosso che in alcuni casi le spese di notifica finiranno per essere le stesse della sanzione.

Ma sono già scattati altri aumenti

L'imposizione del costo fisso di 3 euro come spese di notifica della multa auto finisce per sommarsi agli altri aumenti per violazione del Codice della strada. Solo per fare alcuni degli esempi più comuni, il divieto di sosta aumenta da 41 a 42 euro, le cinture non allacciate da 81 a 83 euro, il passaggio con rosso o giallo da 163 a 167 euro, la mancata precedenza da 163 a 167 euro, la guida su corsie riservate da 41 a 42 euro, l'uso del cellulare mentre si guida da 161 a 165 euro, la violazione delle zone Ztl e la circolazione sulle corsie bus da 81 a 83 euro, la mancanza di bambini nel seggiolino, da 81 a 83 euro.

E il tutto senza dimenticare i nuovi cambiamenti allo studio che prevedono l'inasprimento delle multe per alcune violazioni ben precise.

E che dire dell'aumento dei tassi di interesse per chi paga in ritardo le multe auto? Ricordando come sia sempre possibile pagare di meno nel caso passaggio alla cassa entro 5 giorni dalla notifica della sanzione, i ritardatari devono mettere in conto interessi legali dello 0,8% (anziché dello 0,3%), così come stabilito dal Ministero dell'Economia sulla base del rendimento medio annuo lordo dei titoli di Stato fino a 12 mesi e del tasso di inflazione registrato.

A conti fatti, tra i nuovi aumenti per le infrazioni commesse, la crescita dei tassi di interesse per ritardi, le spese di notifica più alte di 3 euro, qualunque sia l'importo reale da versare, la multa auto diventa adesso più salata e si rischia di pagarla a caro prezzo. In tutti i sensi.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":