Liquidazione Iva 2017 proroga in CDM scadenza trimestrale. Rischi e verità come spesometro 2017. scadenza ufficiale non decisa

Se proroga sulla liquidazione Iva dovrà esserci, buon senso e praticità vogliono che sia ufficializzata per tempo, già in questa settimana.

Liquidazione Iva 2017 proroga in CDM sca

Proroga liquidazione Iva maggio 2017



AGGIORNAMENTO: Ieri c'è stato il Consiglio dei Ministri, Cdm, mercoledì 24 Maggio, è molti speravano che la proroga ufficiale dovesse arrivare in quel contesto. Ma nesuna proroga per la liquidazione iva 2017 trimestrale è stata ancora concessa. Le trattative continuano e tutti gli aggiornamenti in tempo reale anche due o tre al giorno, li trovate qui a questo articolo e link costantemente aggiornato

AGGIORNAMENTO: Tempo di pensare alle scadenze per l'invio della documentazione relativa alla liquidazione trimestrale 2017 dell'Iva. 31 maggio o 12 giugno? La prima è la scadenza prefissata, la seconda è quella indicata per la proroga. Ma in questo momento manca l'ufficialità dell'Agenzia delle entrate, con tutti i rischi che ne conseguono per i commercialisti che la danno già per certa. E si rischia di fare come lo spesometro 2017 vedendo quanto abbiamo scritto sotto.

AGGIORNAMENTO: Prima annunciata almeno due volte e poi non ancora confermata. Il rischio vero è quello che si faccia come per la proroga per lo speosmetro che abbiamo raccontato sotto, anche perché al momento il 12 giugno è stato tutto rimandato e non c'è ufficialità, anzi, tutto rimane piuttosto contrastato e i tempi si accorciano. La storia si ripete.

Nell'agenda degli adempimenti fiscali l'attenzione è adesso tutta sulla questione della proroga liquidazione Iva. C'è una scadenza già prevista, quella del 31 maggio 2017, ma anche una proroga promessa, di circa 10-15 giorni. Allo stato non c'è però alcuna comunicazione ufficiale da parte dell'Agenzia delle entrate e del Tesoro e il rischio che commercialisti e professionisti del settore vogliono scongiurare è quello di un replica della vicenda della proroga dello Spesometro 2017 dello scorso mese. Dopo un lungo tira e molla tra invocazioni di supplemento di tempo per adempiere a questo dovere fiscale e l'ufficialità che tardava, la decisione finale è stata quella di mantenere aperti i termini garantendo così una proroga di fatto. Ma senza darne comunicazione per tempo, esponendo così i commercialisti a rischio di errori per adempimenti frettolosi.

Liquidazione trimestrale Iva proroga maggio 2017

Proprio questo è lo scenario temuto anche in riferimento alla liquidazione trimestrale del'Iva. Se proroga dovrà esserci, buon senso e praticità vogliono che sia ufficializzata per tempo, già in questa settimana. I continui ritardi a confermare una proroga che dalle parti delle Entrate viene data (quasi) per certa non possono che rivelarsi problematici. I motivi della richiesta sono chiari:

  1. le tante novità introdotte con i nuovi software per invii telematici con tutti i problemi procedurali che portano con sé
  2. la decisione del Tesoro di non permettere l'utilizzo del servizio Entratel per questo adempimento
  3. i costi per le modalità di trasmissione, nel caso si faccia riferimento a un software esterno, "anche mille euro all'anno" che si aggiungono a quelli che gravano sugli studi professionali
  4. i problemi nel caso di utilizzo dei software messi a disposizione dall'Agenzia delle entrate

Ed è proprio quest'ultimo un motivo di contrasto poiché gli strumenti sviluppati - lamentano i commercialisti - non possono essere utilizzati in quanto non consentono il trasferimento automatico dei dati dai loro software gestionali a quelli predisposti dalle Entrate per l'invio delle comunicazioni.

Fino a questo momento ovvero in attesa della proroga dei tempi della liquidazione Iva trimestrale, l'Agenzia delle entrate ha messo a disposizione il software che consente la generazione dei file conformi alle "Specifiche tecniche e regole per la compilazione della comunicazione", seguendo le istruzioni contenute nel "Modello e istruzioni Comunicazione liquidazioni periodiche Iva". Il programma per la generazione dei file è scaricabile sul sito ufficiale dell'Agenzia delle entrate seguendo il percorso Home -> Cosa devi fare -> Comunicare dati -> Fatture e corrispettivi -> Software di compilazione, alla pagina "Software di compilazione Comunicazioni Liquidazioni Periodiche Iva". Nella stessa pagina è presente il software di controllo, seguendo il secondo percorso Home -> Cosa devi fare -> Comunicare dati -> Fatture e corrispettivi -> Software di controllo, ricordando che i file possono essere generati con altri strumenti informatici che rispettino la struttura definita.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il