Esodati: Ministro Giovannini ritorna a parlare. Entro 31 Agosto impossibile decreto Governo Letta

Impossibile soluzione esodati entro fine mese. I problemi ancora da risolvere



Nonostante fosse stata definita urgenza sociale, la questione esodati non troverà soluzione entro la fine del mese, come in tanti speravamo. Troppi, infatti, ancora i nodi da sciogliere per risolvere definitivamente la condizione di questi lavoratori che rischiano di rimanere senza lavoro e senza pensione a causa delle nuove norme in vigore con la legge Fornero.

Si parte dalle definizione precisa di coloro che necessitano di tutela, e che ora sono stimati in 200mila persone, al problema delle coperture necessarie da reperire per la salvaguardia.

Lo stesso ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha confermato: “Abbiamo già salvaguardato oltre 130 mila persone, altre sono ancora in difficoltà. E' stato forse un problema di valutazione complessiva della dimensione di questo problema. Non c'erano dati che ci dicevano quante persone avevano fatto accordi con le società. Ci stiamo lavorando”.

Ma definire l’esatta platea di quanto tutelare ancora e definire le coperture necessarie per loro per coloro facenti parte dei 130mila esodati già salvaguardati dal precedente governo Monti ma ancora, in larga parte, in attesa della pensione, non è un’operazione certo facile e, considerando che non sono in programma incontri e appuntamenti Parlamentari, è facile pensare che entro il 31 agosto, come inizialmente auspicato, non si raggiungerà alcuna conclusione. 

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire