Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 41 disaccordi profondi per rilancio pensioni

Le forti divisioni verso un nuovo rilancio di novitÓ per le pensioni: ultime notizie, scenari attuali e possibili prospettive

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novitÓ divisioni forti rilanciano pensioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:01):  Da questi disaccordi profondi che riguardano tutto e tutte le forze dai punti da seguire, i leader e le alleanze potrebbero finalmente essere eliminati i vari veti e blocchi ed esserci un reale rilancio per le novità per le pensioni superando la stasi nelle ultime notizie e ultimissime che in realtà dura da mlto di più

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): Dinanzi all'attuale situazione di stallo sulle novità per le pensioni per via di un esecutivo ormai statico e di una opposizione non più propositiva, ecco che le divisione interne in vista della prossima chiamata alle urne possono essere viste con favore. Sono infatti in grado di offrire nelle ultime notizie e ultimissime quella vivacità di cui si avverte la necessità

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:33): Gli intensi contrasti che caratterizzano l'attualità possono portare ad un mutamento del clima così radicale dell'intero panorama favorendo le novità per le pensioni realmente ben oltre nelle ultime notizie e ultimissime dove si è fatto oggettivamente poco

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:01):  Le divisioni forti che vi sono possono portare in un clima più favorevole le novità per le pensioni non solo centrali ma stavolta realmente fattibili al contrario che nelle ultime notizie e ultimissime dove sono state ilevanti, ma spesso, solo a livello di affermazioni.

Le forti divisioni all’interno delle diverse forze, di cui parlano le ultime notizie, e relativi problemi potrebbero portare al rilancio di novità per le pensioni come tema centrale. Una priorità che verrebbe rimessa in primo piano, appunto, da tutte le forze alla ricerca di nuovo consenso. La situazione, intanto, al momento è piuttosto incerta, tanto nel centrosinistra, dove le maggiori divergenze si registrano tra segretario della maggioranza e scissionisti, quanto nel centrodestra, dove, invece, secondo le ultime notizie, continuano le tensioni tra Cavaliere e leader del Carroccio. Come, quindi, queste situazioni potrebbero portare ad un concreto rilancio di novità per le pensioni?

Divisioni forti nel centrosinistra e rilancio di novità per le pensioni

Se la maggioranza dovesse andare incontro ad una scissione più profonda o non dovesse essere raggiunto alcun accordo con il movimento democratico progressista, allora potrebbe decidere di rilanciare le stesse priorità delle altre forze, soprattutto considerando che si tratta delle forze di un centrosinistra rinnovato, dovendo dunque, riprendere le sue idee e rilanciarle con convinzioni. E anche se non si verificasse una forte e più profonda scissione e rimanessero ministro della Giustizia, il leader di Sinistra Italiana, l’ex presidente dell’attuale maggioranza, personalità che da sempre rilanciano l’importanza e l’urgenza di novità per le pensioni, sarebbe bene ascoltarli di più.

Se, invece, si riuscisse a stringere la tanto discussa alleanza con il movimento democratico progressista  bisognerebbe definire punti in comuni su sui rilanciare e tra questi fondamentali sarebbero certamente le novità per le pensioni. Si tratta, infatti, di misure che il nuovo movimento ha sempre annunciato come priorità insieme a misure di sostegno per i più indigenti. Ecco, dunque, che in entrambe i casi le novità per le pensioni sarebbero centrali e fondamentale sarebbe definire quali novità per le pensioni portare effettivamente avanti, tra quota 100, cui lo stesso segretario della maggioranza avrebbe aperto incaricando il responsabile dei tecnici, già qualche tempo fa, di fare una nuova analisi di fattibilità della stessa, quota 41 per tutti senza oneri o altro, sempre considerando l’ipotesi di introduzione dell’assegno universale, come misura di sostegno e che, tra l’altro, la stessa Comunità continua a chiederci di introdurre considerando che si tratta di un aiuto già in vigore in quasi tutti gli altri Paesi comunitari che, però, da noi ancora manca.

Divisioni forti nel centrodestra e rilancio di novità per le pensioni

Stessa situazione di divisione si registra nel centrodestra dove, stando a quanto riportano le ultime notizie, restano ancora da appianare le divergenze con il leader del Carroccio. Pur se le ultime notizie hanno parlato di ultime dichiarazioni del Cavaliere in riferimento ad un centrodestra unito, la sua idea darebbe più di una nuova forza moderata che riuscisse ad andare avanti senza la necessità di nuova alleanza con il Carroccio. Del resto, ben sappiamo ormai, che in tema di alleanze il Cavaliere guarderebbe con più interesse un nuovo riavvicinamento all’attuale maggioranza, più per convenienza in caso di elezioni subito, che per condivisione di intenti e principi. Tuttavia, lo stesso Cavaliere non ha mai nascosto il suo appoggio all’attuazione di novità per le pensioni, puntando e ribadendo in più occasioni l’intenzione di voler aumentare le pensioni inferiori.

Ma se si riuscisse effettivamente a raggiungere un accordo con le altre forze del centrodestra, Carroccio in primis, uno dei principali punti da rilanciare sarebbero comunque le novità per le pensioni. Il Carroccio, del resto, come ben sappiamo, da sempre chiede una revisione dell’attuale sistema per modificare le norme pensionistiche in vigore troppo rigide e discriminanti, partendo dalla richiesta di novità per le pensioni di quota 100, di cui lo stesso Carroccio è stato fautore di uno dei modelli proposti. Se, invece, non si riuscisse ad arrivare ad alcun accordo e la divisione nel centrodestra continuasse ad essere forte,il centrodestra ‘alternativo’ farebbe certamente delle novità per le pensioni le sue priorità e per non perdere consensi e conquistare elettori anche il Cavaliere dovrebbe farlo.

Si tratterebbe, dunque, di una sorta di effetto a cascata da cui non sarebbero esclusi nemmeno i pentastellati. Nella corsa verso prossime elezioni e alla ricerca di nuovi consensi ed elettori, si sa ormai che i temi cari ai cittadini sono quelli che potrebbero fare la differenza ed esattamente come centrosinistra e centrodestra, indipendentemente dalle loro situazioni interne, stanno chiaramente puntando sulle novità per le pensioni e le misure di sostegno che stanno particolarmente a cuore ai cittadini, anche i pentastellati, secondo le ultime notizie, sarebbero intenzionati a seguire questa strada di rilancio di novità per le pensioni importanti. Ma non si tratta certo di una novità: gli stessi pentastellati, infatti, da sempre hanno fatto dell’assegno universale il loro cavallo di battaglia e, come il Carroccio, da sempre chiedono una revisione dell’attuale sistema, puntando in particolare su:

  1. novità per le pensioni di quota 41 per tutti senza alcun onere;
  2. novità per le pensioni di quota 100;
  3. novità per le pensioni di abbassamento dell’età pensionabile per tutti;
  4. novità per le pensioni di cancellazione delle alte pensioni degli esponenti istituzionali.
  5.  

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il