BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: quali modifiche ed emendamenti Legge Stabilità possono ancora passare

Novità pensioni che ancora potrebbero passare in Legge di Stabilità: diverse situazioni spingono all’approvazione di modifiche sempre più necessarie




AGGIORNAMENTO: Come avevamo rpevisto è passato il no alla penalizzazioni, ma vi sono ancora possibilità che possano passare anche altri emednamenti, per gli stessi motivi che vi spieghiamo nell'articolo sottostante.

Sono gli ultimi giorni di discussione degli emendamenti presentati alla Legge di Stabilità e l’attenzione è particolarmente puntata sulla questione pensioni. Mentre, infatti, continua a riscuotere consensi il referendum proposto dalla Lega per la cancellazione totale della riforma pensioni Fornero, alcuni esponenti politici insieme al commissario Inps Treu continuano a chiedere invece interventi di modifica che possano portare all’approvazione di un piano di uscita anticipata, magari con penalizzazioni per i lavoratori, ma sempre a costo zero per Stato e Inps.

E nonostante sia difficile che effettivamente una soluzione tra sistema contributivo per tutti, prestito pensionistico, come anche uscita con quota 100, così come l’eliminazione delle penalizzazioni, venga approvata, è importante comunque che qualcosa si faccia, soprattutto alla luce dei consensi decisamente calati dei cittadini nei confronti del governo Renzi e dell’ampio consenso che sta riscuotendo il referendum della Lega che chiede l’abrogazione della riforma pensioni Fornero. Resta inoltre ancora aperto il discorso sulla rivalutazione negativa delle pensioni per l’andamento, negativo, del Pil, situazione da evitare perché le pensioni rischierebbero così di essere svalutate.

Ma l'iter è ancora lungo e potrebbero arrivare nuovi emendamenti in Senato e alla terza lettura alla Camera. Intanto potrebbero arrivare nuovi soldi che possono essere utilizzati se passa blocco pensioni d'oro. E’ stato il Movimento 5 Stelle ad avanzare la proposta di introdurre un tetto alle pensioni più alte, che permetterebbe, appunto, di accumulare risparmi, che potrebbero essere poi reimpiegati sempre per le pensioni. Con questa misura si potrebbe, infatti, avere un risparmio sulla spesa previdenziale per un valore di quasi 8-900 milioni entro il 2020.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il